Roma, infortuni boom Nessuna così in Serie A

  • Calcio

CALCIO L’idea è che i vertici della Roma, da ieri in Conclave a Boston negli uffici del presidente Pallotta, non parleranno tanto di calcio quanto   del bilancio che al 30 giugno 2020 - a causa dei mancati introiti Champions-  rischia di essere più sottile del solito  (l’ultimo è stato chiuso con un rosso di 24 milioni e un fatturato in calo di 18). Le buone notizie   vengono (paradossalmente) dal campo. Dopo la sosta per le nazionali,  infatti,  Fonseca potrebbe ritrovare Under, Mkhitaryan e persino il lungodegente Perotti, fermo addirittura da agosto.
Numeri eloquenti
 L’anno scorso si sono contati più di 52 infortuni muscolari (e più in generale 19 crociati rotti in 8 anni, tra prima squadra e primavera) e quest’anno si è ripartiti con lo stesso trend: con 12 infortuni (6 di natura muscolare e 6 di tipo traumatico) la Roma è  la squadra più acciaccata della Serie A.  Con alcuni casi  da antologia: tipo Smalling, rotto  prima  di debuttare. 
Le cose fatte
 Negli anni, i giocatori hanno spiegato questa “maledizione” dando la colpa ai campi di Trigoria: ma il club li sta rigenerando. Il primo è quasi ultimato, poi toccherà  agli altri. La Roma ha persino chiesto lumi al Real Madrid per la manutenzione. E a Trigoria si è insediato anche un radiologo. Preparatori inadeguati? Tutti cambiati. Fonseca ha portato un staff di preparatori  nuovo; la società ha affiancato i medici Manara e Costa al responsabile Causarano ed è stato ingaggiato il fisioterapista Greco, mentre Petrachi ha introdotto la figura dell’educatore  alimentare. Senza contare che Pallotta ha rispedito a Roma il suo preparatore di fiducia, Ed Lippie. Il tutto per perdere il primato in questa speciale classifica a cui i giallorossi non tengono affatto.

Articoli Correlati

Sarri paga con l'esoneroIn panchina Juve arriva Pirlo

La "stagione agrodolce" e la sconfitta in Champions costano la panchina Juve a Sarri

Chiusa l'era PallottaLa Roma è di Friedkin

Dan Friedkin è il nuovo numero uno del club giallorosso. Un affare da circa 600 milioni

Nuova casacca del MilanIbra testimonial: un indizio?

Ibra è tra i testimonial della nuova Home kit Ac Milan: una presenza che in molti leggono come un chiaro indizio di mercato per la permanenza dello svedese