Pioli si presenta «Sarà un Milan spregiudicato»

  • Calcio

CALCIO «Idee, intensità e spregiudicatezza»: questa la ricetta di Stefano Pioli per rilanciare il Milan, una via per il paradiso lastricata di buone intenzioni che è stata indicata ieri durante la presentazione nella sede rossonera. I tifosi in rivolta se ne faranno una ragione se Pioli non è Pep Guardiola («tutto questo per me è uno stimolo»), come dovranno passare su anche sulla dichiarata fede interista del nuovo tecnico del Milan («il passato è passato, voglio essere giudicato per quello che riuscirò a fare, non per quello che ero a 13 anni»). Stefano Pioli, 54 anni il prossimo 20 ottobre, ha firmato ieri  un contratto fino al 2021 e già ieri ha diretto il primo allenamento a Milanello:  al suo arrivo nel centro sportivo rossonero, alle 15.30,  non c’era nemmeno un tifoso ad attenderlo.  
Si punta alla Champions
L’obiettivo numero uno è l’Europa che conta, un pò per rinverdire il blasone e molto di più per i soldi che ne deriverebbero. «Dobbiamo cercare di andare in Champions», ha infatti detto l’allenatore di Parma che, nel giro di un mesetto, avrà modo di confrontarsi con almeno tre dirette concorrenti: Napoli, Roma e Lazio. Ma che questa sia una squadra ambiziosa lo ha confermato poi anche l’ad Ivan Gazidis: «L’esonero di Giampaolo è stato sofferto, ma l’obiettivo del Milan resta un posto in Champions League. Non è stata una decisione facile cambiare e capiamo la frustrazione dei nostri tifosi, ma stiamo compiendo un viaggio. Abbiamo dovuto salvare il club dal fallimento, quindi dalla caduta in serie D, come è successo ad altri». Il progetto di Giampaolo del resto era nato per ricostruire un Milan di giovani: è finito con tre vittorie, quattro sconfitte e zero pareggi, per un totale di 9 punti sui 21 disponibili. Dal 2013 (Allegri) ad oggi, Pioli compreso, sono 10 allenatori in 6 stagioni gli allenatori passati per Milanello.

Articoli Correlati

Roma, infortuni boomNessuna così in Serie A

L’anno scorso si sono contati più di 52 infortuni muscolari, quest'anno siamo già a 12 ko: 6 di natura muscolare e 6 di tipo traumatico. Il club corre ai ripari

Sensi si ferma ai box in dubbio con il Sassuolo

Sensi, il centrocampista più in forma dell'Inter, ha una elongazione agli adduttori. Era uscito nel primo tempo del derby d'Italia. Incerti i tempi di recupero

Fonseca, due turni di stopla Roma annuncia il ricorso

Paulo Fonseca è stato espulso dopo Roma.Cagliari per le veementi proteste contro l'arbitro Massa. Per lui anche una ammenda di diecimila euro