New wave africana al Parco della Musica per “Diasporas”

  • Alsarah Diasporas

ROMA Nuove musiche migranti dal 10 al 12 ottobre al Parco della Musica. Sarà l’Auditorium a ospitare Diasporas, due concerti a sera che avranno per protagonisti esponenti di punta della cosiddetta “new wave africana”, artisti attratti dalle sonorità contemporanee ma che nello stsso tempo non dimenticano le proprie radici. Organizzata da RomaEuropa Festival la rassegna vedrà in scena gruppi e artisti figli della diaspora africana, spesso costretti a lasciare il loro luogo natio a causa di guerre e conflitti.

È il caso dei due musicisti che giovedì apriranno Diasporas, ovvero Alsarah, una delle icone della retro pop dell’Africa orientale, e di J.P. Bimeni,  stella del soul. Fuggita in Sudan in seguito a un colpo di stato e dallo Yemen dopo lo scoppio della guerra civile, si è stabilita in Massachusetts fondando con la sorella Nahid i Nubatones, che si è imposta subito come una delle realtà più interessanti della nuova musica africana. Travagliata anche la vita di J.P. Bimeni, discendente di una famiglia reale del Burundi, che ha lasciato all’età di 15 anni durante la guerra civile. Venerdì sul palco saliranno la cantante capoverdiana Mayra Andrade e il camerunense Blick Bassy, sabato sarà la volta dell’egiziano Abdullah Miniawy e di Love & Revenge, omaggio all’epoca d’oro del cinema arabo, quello delle commedie musicali. Biglietti da 15 a 25 euro.

 

 

STEFANO MILIONI