La mattanza dei canguri: 44 milioni dal 2000 a oggi

  • Australia

Sono più di 44 milioni in Australia i canguri uccisi dal 2000 al 2018,  una media di 2.324.711 l’anno. Lo denuncia la Lav e l'Italia è più che complice, protagonista, in quanto primo Paese  importatore di pelli di canguro in Europa, utilizzate per le  produzioni di alta gamma nel settore della moda e dell’abbigliamento  sportivo.     

Strage. Si stima che, ogni anno, tra 133.000 e 280.000 cuccioli “at-foot” (deambulanti) e tra 372.000 e 783.000 cuccioli “pouch’' (ancora nel marsupio), siano le vittime collaterali della caccia commerciale che prende di mira in particolare sei specie: Canguro Grigio Occidentale, Canguro Grigio Orientale, Canguro Rosso, Wallaroo Comune, Wallaby di Bennet e Pademelon della Tasmania. L'Italia, con Lav capofila, e l’Unione Europea sono state pioniere nel vietare, fin dal 2006, l’importazione di pelli di foca: un importante  precedente ora utile anche per arginare la mattanza dei canguri. I maggiori utilizzatori sono le aziende del settore sportivo: del motociclismo, per la produzione di tute da competizione perché la pelle di canguro è più sottile e resistente di quella bovina; calcistico, perché la pelle di canguro è più adattabile al piede. 

Articoli Correlati

Uno smile sulla targa?Nel Queensland è possibile

Australia, nel Queensland si potrà mettere una emoji sulla targa

Pitone esce dal watere morde una donna

Un pitone lungo un metro e mezzo è uscito da un gabinetto a Brisbane

Troppo caldo, stragedi pesci e pipistrelli

In Australia ondata di caldo senza precedenti: morti di massa tra pesci e "volpi volanti"