Crescita rivista a ribasso nel 2018 Pil solo a +0,8%

  • economia

Il Pil nel 2018 è cresciuto dello 0,8% e non dello 0,9%. L'Istat rivede al ribasso di 0,1 punti percentuali la stima già fatta la scorsa primavera. Confermata invece la crescita nel 2017 all'1,7%. L'Istat spiega che in occasione della revisione generale dei conti nazionali, è emerso che nel 2018 vi è stato un significativo rallentamento della crescita, con un tasso di variazione del Pil dello 0,8%, a fronte di un incremento dell’1,7% nel 2017. Nel corso della fase di espansione 2015-2018 sulla base delle nuove stime si è invece registrato un aumento complessivo del Pil in volume del 4,6%. La revisione generale dei conti ha condotto a una nuova misura del livello del Pil nominale che nel 2016, anno per il quale si diffondono le stime definitive che incorporano i miglioramenti metodologici e le informazioni di base, è risultato superiore di circa 5,8 miliardi (0,3%) rispetto a quello quantificato in precedenza.

Pressione fiscale. La pressione fiscale si è posizionata invece al 41,8% nel 2018 anziché al 42,1% stimato ad aprile.

Articoli Correlati

Nel 2019 è boom di frodi creditizie

I dati pubblicati dall’Osservatorio sulle Frodi Creditizie e i furti di identità realizzato da CRIF-MisterCredit.

A maggio produzione industriale giù del 20% sul 2019

Diffusi i dati Istat. Rispetto ad aprile c'è stato un aumento del 42% per effetto della fine del Lockdown

Cala la bolletta del gassale quella elettrica

Intanto il Governo pensa a come riformare la casa integrazione guadagni