Lazio-Parma 2-0 l'aquila torna a volare

  • Calcio

CALCIO Finisce 2-0 all’Olimpico tra Lazio e Parma. L’obiettivo della Lazio, oltre i tre punti, era quello di scongiurare l’apertura di una mini-crisi dopo il doppio capitombolo contro Spal in campionato  e Cluji in Europa League. 
Gestione della palla, equilibrio in campo: quello che Inzaghi cercava i suoi giocatori gli hanno dato, cercando a piccole dosi il pressing alto e provando di avere sempre il possesso del  pallone (con meno errori tecnici e più limpidezza nel palleggio). Milinkovic Savic è stato molto concentrato anche in fase di copertura ed il gol è arrivato dal solito Immobile che, dopo una verticalizzazione al millimetro di Luis Alberto, è entrato in area incrociando il sinistro alle spalle di Sepe. Il tecnico biancoceleste ha  preferito Marusic a Lazzari sulla destra e in avanti si è affidato a Correa come spalla di Immobile (a sua volta sostituito da Caicedo al 63’: il giocatore campano non ha accettato l’avvicendamento e non le ha mandate a dire ad Inzaghi, che non ha affatto gradito). In mezzo c’è stato anche il palo colpito direttamente da calcio d’angolo da Luis Alberto ed il raddoppio al 67’, che porta la firma di Marusic: dimenticato dalal difesa ducale il montenegrino ha lasciato rimbalzare la palla in area  una volta e poi l’ha piazzata sul palo opposto battendo Sepe. Mercoledì la Lazio andrà a San Siro a giocare contro l’Inter capolista, domenica  ospiterà il Genoa ed infine il 3 ottobre dovrà vedersela con il Rennes in Europa League in una sfida da non sbagliare.         

Articoli Correlati

Napoli, per Ancelottila ripresa sarà decisiva

Il patron napoletano ha fiducia nel tecnico, ma se dopo la sosta contro Liverpool e Milan le cose non andranno per il verso giusto è pronto a silurarlo

Roma, Florenzi è un casoa gennaio può partire

Il tecnico Fonseca non lo vede, da sei partite non parte titolare e rischia di perdere la nazionale: dopo la sosta il suo agente vedrà Petrachi

CR7 chiude il caso«Una vittoria importante»

Quattro parole su Instagram per chiudere la polemica sulla sua sostituzione con Dybala. La seconda di fila