Iran, attacco agli Usa che inviano truppe in Arabia

  • Petrolio

Dopo l'annuncio degli Usa dell'invio di truppe per potenziare la difesa aerea e missilistica dell'Arabia Saudita, in seguito all'attacco subito dalla major petrolifera Aramco, l'Iran ha avvertito le "forze straniere" di stare lontane dal Golfo persico e ha annunciato che presenterà alle Nazioni Unite un piano di pace regionale, per garantire la sicurezza del Golfo, dello Stretto di Hormuz e del Mare dell'Oman. L'idea è portare il progetto all'Assemblea generale Onu, a New York.
Il presidente iraniano, Hassan Rohani - il cui intervento al Palazzo di Vetro è atteso mercoledì - ha spiegato che si tratta di "un'iniziativa che coinvolgerà i paesi della regione al fine di formare una coalizione che garantisca la sicurezza". 

Usa. Gli Stati Uniti inviano infatti truppe in Medio Oriente dopo l'attacco ai pozzi in Arabia Saudita attribuito all'Iran. "In risposta alla richiesta dell'Arabia Saudita, il presidente ha approvato il dispiegamento di forze Usa che... saranno impegnate in primo luogo sulla difesa aerea e missilistica", ha annunciato ieri il capo del Pentagono, Mark Esper, affiancato dal capo degli stati maggiori congiunti Joseph Dunford. 

Articoli Correlati

La Difesa Usa ha listadi obiettivi iraniani da colpire

Attacco al petrolio in Arabia: i vertici della Difesa Usa studiano la lista di potenziali obiettivi iraniani

Attacco al petroliol'oro nero schizza alle stelle

Arabia Saudita in difficoltà dopo l'attacco agli impianti, pesanti ricadute sui mercati e possibili stangate in arrivo

Greggio, il prezzo volaSale il valore dell'oro

Petrolio alle stelle, rincari sui prezzi al barile. Chiuso un oleodotto in Arabia