Fred De Palma: «Uebe? Perché sono quel che canto»

  • Fred De Palma Uebe

MUSICA Viene dal rap, ma poi ha scelto il reggaeton. E ha avuto ragione. Fred De Palma si gode il successo della sua “Una volta ancora”, duetto vincente con la spagnola Ana Mena: doppio disco di platino, in vetta alle classifiche di streaming e oltre 58 milioni di visualizzazioni su YouTube. E ora esce il nuovo cd “Uebe”, che oggi alle 18 Fred presenterà nella “sua” Torino (Feltrinelli Stazione Porta Nuova). A seguire instore anche a Roma (17) e Milano (18).

È un momento magico: come si spiega tanto successo?
«È il frutto di un lungo periodo di lavoro in cui mi sono concentrato prima su me stesso e, poi, sulla musica. Ho cercato nuove ispirazioni attraverso varie influenze e collaborazioni».

L'hanno definita il Love King del reggaeton italiano: cos'è questo tipo di musica per lei?
«È il genere che attualmente ascolto di più. E credo che in questo momento a livello globale sia anche la cosa più interessante e musicalmente innovativa che ci sia».

Cosa vuole comunicare con le sue canzoni?
«Il mio modo di vivere, la mia realtà. Sono esattamente come mi descrivo nelle canzoni perché ho sempre preferito non mettere dei filtri tra me e il pubblico».

Oggi esce il suo nuovo cd, "Uebe": come lo descriverebbe?
«Racchiude il lavoro di due anni, ci sono vecchie hit come “D’estate non vale” e altre che sono destinate a diventarlo. Ci sono i miei amici, Shade, che è della mia città, Baby K, Emis Killa, tutte persone che hanno condiviso parte della mia vita. E, poi, Ana Mena con cui ormai è nato un sodalizio artistico, e Sofia Reyes, stella del mondo latino».

E perché questo titolo?
«Uebe vuol dire BABY, rappresenta il cambiamento. Qualcosa che prima non c’era e fai tuo». 

La sua musica potrebbe funzionare anche all'estero: ha dei progetti in ballo?
«Col mio team ci stiamo lavorando. A Los Angeles ho girato  il video di un nuovo pezzo, mentre ad aprile sono stato a Las Vegas per i Billboard Latin Awards: questo ambiente mi piace tantissimo. E, poi, “Una volta ancora” è stato l'unico brano italiano ad essere inserito nella playlist Viral Latina di Spotify. E’ sicuramente un inizio».

 

 

DIEGO PERUGINI