Primo giorno di scuola tra gioia e topi morti

MILANO Un primo giorno speciale, per tanti studenti, ieri. A cominciare da quelli della scuola media nuova di zecca che ha aperto i battenti nell’area REDO di Rogoredo Santa Giulia, per esempio. Oppure per i 59 “primini” dell’Istituto “Scarpa”, in via Clericetti: ad accoglierli, il sindaco Sala e il cantante Marco Mengoni che hanno distribuito borracce termiche contro l’uso delle bottigliette di plastica. Un brutto primo giorno, invece, alla “Confalonieri” di via Crespi. Un drappello di genitori ha manifestato davanti all’ingresso: erano indignati per la presenza di topi. Ed era tutto vero: l’Ats è intervenuta e un’ala della scuola è stata chiusa. I bambini hanno fatto lezione in un’altra ala. «Sapevamo dei topi da giorni», dice a Metro un genitore, medico, «da quando erano stati trovati ratti morti in cortile ed escrementi negli armadietti...è vergognoso che sia stata fatta lezione senza avere la certezza di una derattizzazione completa».

SERGIO RIZZA

Articoli Correlati

Fnm ora punta sul treno Hyperloop

Firmerà un accordo per uno studio di fattibilità con la società che propone il convoglio a lievitazione. Si punta al Cadorna-Malpensa in 10 minuti

Bambino ucciso Il padre a processo

L'uomo sarà in aula il 27 aprile. Secondo l'accusa avrebbe torturato il piccolo di due anni per due giorni consecutivi, prima di dargli il colpo di grazia

Mucca evade dal macelloe incorna ragazzina

Solo contusione per la 17enne. Abbattuto l'animale