Rifiuti, la delega resta alla sindaca

  • Roma

ROMA «Grazie per la fiducia che la sindaca Raggi mi ha accordato, il mio impegno sarà totale per questa città unica al mondo. Un compito complesso, delicato e strategico. Complesso non solo per l’estensione della città, del suo patrimonio arboreo, ma anche per il valore monumentale del suo verde».

Così la neo assessora al Verde Laura Fiorini ha salutato il suo ingresso nella Giunta Capitolina. Un ruolo che non contempla però la gestione dei rifiuti. La delega infatti resta alla prima cittadina. Virginia Raggi ha spiegato che «l’assessora non avrà più la gestione della competenza sui rifiuti perché evidentemente era troppo pesante». E il tema resta infatti caldo: la prossima settimana ci sarà un nuovo incontro al ministero dell’Ambiente a cui parteciperanno Comune e Regione: al centro della discussione ci saranno le difficoltà legate alla raccolta differenziata e alle difficoltà legate allo smaltimento dei rifiuti nei cassonetti.

La delibera sulle strade
Intanto le strade intitolate ad Arturo Donaggio ed Edoardo Zavattari, firmatari del manifesto della razza, saranno dedicate a Mario Carrara, Nella Mortara e Enrica Calabresi: tre scienziati, un medico, una fisica e una zoologa, che invece si rifiutarono di firmare quel manifesto. Ieri è stato avviato l’iter amministrativo.

Articoli Correlati

Quarantena violatascatta la denuncia

Covid: il 78% dei casi registrati ieri proviene dall’estero

Primi interventia Castel Romano

Polemica tra Regione e Comune. Ieri blitz della polizia locale tra i moduli del campo rom

Roma World, in partenzail parco a tema antica Roma

Dal 10 luglio apre un nuovo parco a tema, Roma World. Dai gladiatori alla natura, ecco cosa si può fare