La Juve verso Firenze Sarri torna al timone

  • Calcio

CALCIO Nelle prime due partite di campionato, contro Parma e Napoli, ha soltanto guardato. E anche nei giorni che avevano preceduto i due match si era limitato a organizzare il lavoro dei suoi collaboratori, non potendo dirigere personalmente gli allenamenti a causa del divieto impostogli dai medici. Adesso, con la polmonite diventata ormai quasi un ricordo, Maurizio Sarri pare pronto a riprendersi la Juve al cento per cento: salvo colpi di scena ulteriori (leggi: prescrizione medica), sabato pomeriggio il tecnico toscano di nascita sarà a bordo campo. A Firenze, contro la Viola di Montella ancora ferma a zero punti: magari con Ribery fin dal primo minuto, certamente con Chiesa che la Signora avrebbe voluto portare a Torino fin da questa estate. Sarà quindi la prima volta di Sarri alla guida della sua squadra in una partita ufficiale: inevitabili la curiosità e l’attesa, certo non solo per verificare se il tecnico si presenterà in tuta o con la giacca. Inevitabile, sì, perché Sarri alla Juve è stato il tormentone di fine primavera e inizio estate. E perché Sarri alla Juve suona come rivoluzione culturale, non solo come un cambio d’abito. Adesso, è insomma arrivato il momento di prendere il timone in prima persona. Per fugare i dubbi che qualcuno continua ad avere e per fare capire alla concorrenza – Inter soprattutto – che la legge del padrone è ancora quella bianconera. In caso contrario, il popolo bianconero comincerebbe a mugugnare. 

DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati

Torino-Lazio 1-2La banda Inzaghi c'è

La Lazio batte 2-1 il Toro in trasferta, dopo essere passata in svantaggio, e continua il testa a testa con la Juventus

Zeman all'Atalanta«Sono stato equivocato»

Non deve chiedere scusa agli orobici, dice il ceco che pareva aver sollevato dubbi sullo stato di forma smagliante della squadra di Gasperini

Addio a Pierino Pratiex stella di Milan e Roma

Calcio italiano in lutto per la morte a 73 anni di Pierino Prati,ex attaccante negli anni 60' e 70' con le maglie di Milan, Roma e Fiorentina