Il Quirinale in attesa Senza accordi sarà voto

  • crisi di governo

Quando martedì e mercoledì aprirà lo studio alla Vetrata per il secondo giro di consultazioni, concesso come extrema ratio alle forze politiche, Sergio Mattarella si attende scelte nette. Pur seguendo il rincorrersi delle notizie il Presidente attende di sentire dalla viva voce dei protagonisti le decisioni assunte: il M5s e il Pd avranno raggiunto un accordo? Ci sono maggioranze alternative o la maggioranza dei parlamentari vuole il voto anticipato? Perché in realtà giovedì il puzzle che era sotto gli occhi del Capo dello Stato vedeva un solo partito, Fdi, chiedere solo il voto, la Lega porre le elezioni come prima opzione senza scartare il ritorno al governo gialloverde, il Pd aprire al M5s e quest’ultimo annunciare l’avvio di un dialogo con i dem. Mercoledì il dialogo M5s-Pd avrà dato frutti o si sarà riaperto l’altro forno con il Carroccio? Al di là del rumore di sottofondo di queste ore, senza nessuna inclinazione per l’una o l’altra opzione, Mattarella terrà conto solo di quello che gli verrà detto ufficialmente, con tanto di verbalizzazione. 

Preoccupazione.    Il Capo dello Stato, che non ha nascosto giovedì la sua preoccupazione per la mancata assunzione di responsabilità verso un Paese che attende di essere governato, aspetta dunque che i partiti tornino al Colle con determinazioni consolidate. Non gli è sfuggito che alcuni hanno già convocato le loro assise e mette in conto che ogni parte politica ha i suoi sistemi per decidere (l’hanno scorso la Lega usò i gazebo e il M5s la piattaforma web): sono modalità e dinamiche interne ai partiti che non riguardano la Presidenza. L’importante per il Presidente è non assistere di nuovo a una pochade come la scorsa settimana, con dichiarazioni pubbliche diverse da quelle fatte nello studio alla Vetrata e scelte non compiute.     L’alternativa, come sempre è il voto

Articoli Correlati
crisi di governo

Conte al QuirinaleGoverno, ecco tutti i nomi

Il presidente del Consiglio al Quirinale dal presidente della Repubblica Mattarella. Tutti i nomi dei ministri
crisi di governo

Totoministri, ultimi nodiper il nuovo Conte bis

Ultimi nodi da sciogliere per il governo, i nomi in pista per il totoministri
crisi di governo

Il Governo va avantiLa base M5S dice sì al Pd

La base M5S approva con quasi l'80% dei consensi l'accordo con il Pd. Conte domani al Quirinale