Salvini in aula, bagarre Ma l'anticipo è stato bocciato

  • crisi di governo

Nessun esponente della Lega ai banchi del governo e bagarrebnell'Aula del Senato, riunita per votare il calendario dei lavori. Matteo Salvini è seduto tra i senatori del Carroccio. Nei posti riservati ai membri dell'esecutivo sono presenti i ministri M5s Fraccaro, Toninelli, Costa e Bonisoli.  "Tagliamo i parlamentari la settimana prossima e andiamo subito a votare", è stata la proposta lanciata da  Salvini nel suo intervento in Aula al Senato. "L'Italia vuole certezze e cosa c'è di più lineare, dignitoso e bello che dare la parola al popolo. Non ho mai conosciuto un fascista che vuole andare alle elezioni e dare la parola al popolo. Mettetevi d'accordo con voi stessi‎", ha aggiunto Salvini.

Voti. Il Senato alla fine non ha approvato la modifica del calendario e neanche la proposta della mozione di sfiducia da votare domani o dopo le comunicazioni del premier Conte.  Il tabellone elettronico delle votazioni dell'Aula del Senato, con le lucine rosse e verdi ad indicare i voti a favore e i voti contro una proposta è perfettamente diviso in due e mostra tutte le lucine rosse di Pd, Leu e M5s a sinistra del tabellone accendersi a conferma del voto compatto contro le proposte del centrodestra di anticipare la mozione di sfiducia a Conte. Stesso discorso di 'compattezza' per le lucine verdi: Lega, FdI e FI votano sì a tutte le loro proposte di modifica del calendario. Unica eccezione il voto dell'ex M5s Martelli, ora al gruppo Misto, che ha invece votato con il centrodestra. Il premier dunque sarà in aula il 20 agosto alle 15.

Articoli Correlati
crisi di governo

M5S: "Conte premier"Ma Zingaretti ribadisce il no

La crisi di governo continua ad avvitarsi. Il M5S insiste su Conte, il no del Pd
crisi di governo

Il Quirinale in attesaSenza accordi sarà voto

Il Quirinale e gli sviluppi della crisi: tra martedì e mercoledi il secondo giro di consultazioni
crisi di governo

La Lega è prontaa ritirare i suoi ministri

La Lega è pronta a ritirare i suoi ministri dal Governo Conte. I precedenti