Tra ragazze scatenate su skate impazziti

  • Skate Kitchen Crystal Moselle Rancore film

MILANO Una crew di ragazze davvero terribili che attraversano sui loro skateboard le strade di New York diventando protagoniste di una disciplina e di una cultura che, fino a qualche anno fa, era considerata di pertinenza completamente maschile.
Di questo racconta “Skate Kitchen”, il film firmato da Crystal Moselle che, dopo essere approdato con successo al Sundance Festival nel 2018 e aver riscosso l’attenzione di HBO che ha già messo in lavorazione una serie, approda finalmente  in anteprima, domani, alle ore 21.30, per una speciale visione, al Cinemino di via Seneca 6.
In programma sempre domani è anche un esclusivo saluto video del rapper Rancore, autore di un videoclip sul mondo dello skate realizzato per il film, che viene proiettato, per la prima volta, al termine di “Skate Kitchen”.
“Urban style”

L’immagine di un bel collettivo di skater al femminile ha evidentemente colto nel segno decretando l’inaspettato successo del film e lanciando una vera e propria nuova tendenza in fatto di urban style.
Quasi una rivoluzione, se si considera che, a parte qualche rara apparizione negli anni Settanta e Ottanta, solo nel 1998 la prima skater donna ha potuto accedere al professionismo.
Da un liceo di NY
In realtà, il collettivo Skate Kitchen esiste davvero. Formatosi alcuni anni fa in un liceo di New York proprio per contrastare il predominio maschile negli skate park, la formazione originaria era composta da sei ragazze.
Tutte le Info sul sito (www.ilcinemino.it).

 

 

ANTONIO GARBISA