Sequestrato un arsenale Anche un missile aria-aria

  • TORINO

In una operazione dei poliziotti del Servizio Antiterrorismo dell’Ucigos e della Digos di Torino, che trae origine dalle attività di alcuni combattenti italiani con ideologie oltranziste evidenziatisi in passato per aver preso parte al conflitto armato nella regione ucraina del Donbass, è stato sequestrato un missile aria-aria perfettamente funzionante ed in uso alle forze armate del Qatar.  L'operazione è scattata all'alba, con perquisizioni e sequestri.

Missile aria-aria. Convalidato il fermo di indiziato di delitto per Alessandro Monti e Fabio Bernardi, i due soggetti che custodivano in un hangar nei pressi dell'aeroporto di Rivanazzano Terme, in provincia di Pavia, il  missile aria-aria da 800 chili fabbricato nell'ottobre del 1980 e il cui valore si aggira sui 500 mila euro. Per loro è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari. Nell'operazione condotta dalla digos di Torino e coordinata dalla Procura del capoluogo piemontese era già stato tratto in arresto Fabio Del Bergiolo, 60 anni, ex funzionario della dogana aeroportuale e già candidato al Senato nel 2001 fra le fila di Forza Nuova. 

Articoli Correlati

No Tav, a Chiomonteestesa la zona rossa

Torino, estesa con un'ordinanza la zona rossa attorno al cantiere di Chiomonte, in Val di Susa

La Schellino vicesindaca Maggioranza ricomposta

Appendino parla di clima di condivisione. Il test lunedì

Pollicino via dal M5SLa “conta” decisiva

La maggioranza della Appendino perde un pezzo. Montanari vaticina una città «inchiodata». Il caso Motovelodromo