Via Capranica sgomberata dopo ore di tensione

  • Roma

ROMA Continuano gli sgomberi dei palazzi occupati. Dopo l’ex Penicellina e via Carlo Felice, ieri è stato il turno dell’ex scuola di via Cardinale Capranica, a Primavalle, dove vivevano 340 persone, tra cui 80 minori. Lo stabile era occupato dal 2003 e lo scorso 28 febbraio era entrato nella lista degli immobili da liberare in via prioritaria stilata dal Viminale. L’edificio, infatti, sarebbe risultato “pericolante”. L’operazione di sgombero, prevista in mattinata, è iniziata in nottata per anticipare la manifestazione dei movimenti per la casa in programma all’alba. Gli agenti del Reparto Mobile della Questura di Roma con i blindati hanno circondato la struttura, e gli occupanti per protesta hanno accatastato pneumatici e mobili per formare delle barricate.

Resistenza sul tetto

Altri, invece, sono saliti sul tetto. Intorno alle 10, poi, i gruppi organizzati dei movimenti per la casa hanno avviato una marcia di protesta, bloccando piazza Clemente XI. Diversi slogan sono stati rivolti contro il Campidoglio e il ministro dell'Interno Matteo Salvini, mentre altri manifestanti hanno tentato di impedire il passaggio delle auto che attraversavano la piazza. Dopo una mattinata di tensioni, gli occupanti alla fine hanno deciso di lasciare il palazzo, accettando l’accoglienza offerta dal Comune. «Nessuna tolleranza e nessuno sconto ai violenti che occupano, incendiano e attaccano le forze dell’ordine» ha commentato Salvini. Il Comune ha assicurato che a tutte le 199 persone in condizioni di fragilità che si sono sottoposte al censimento è stata offerta l’accoglienza in strutture alternative. Ma l’opposizione attacca: «Ancora una volta si considera l'emergenza abitativa come una questione di ordine pubblico mentre è una drammatica questione sociale», osserva il Pd Matteo Orfini.

METRO

Articoli Correlati

Lavori per interscambioCome cambia la Linea B

Metro, dal 9 settembre il servizio della linea B sarà riprogrammato. Ecco cosa cambia

Sparo in testa, uccisoultrà Lazio "Diabolik" Piscitelli

Fabrizio Piscitelli, ex ultrà laziale, ucciso con uno sparo in testa al Parco degli Acquedotti a Roma

Una nuova illuminazioneper Castel Sant’Angelo

Acea ha rinnovato l’impianto di illuminazione artistica di Castel Sant’Angelo