Fisco, Ocse: in Italia sistema troppo complicato

  • Fisco

In Italia il sistema fiscale "è troppo complicato, indebolisce gli incentivi al lavoro e favorisce le irregolarità e l'evasione fiscale" e il cuneo fiscale sul lavoro "è alto". ​E' quanto emerge dal capitolo sull'Italia del rapporto "Going for Growth 2019" preparato dall'Ocse, in cui l'organizzazione di Parigi raccomanda di "migliorare l'efficienza e l'equità della struttura fiscale". Più nel dettaglio l'Ocse promuove la lotta all'evasione condotta dal governo e l'introduzione della fatturazione elettronica. Positivo anche il giudizio sugli incentivi per incoraggiare le assunzioni, in particolare dei giovani lavoratori nelle regioni del Sud, e il processo di aggiornamento dei valori catastali. Per quanto riguarda le raccomandazioni, l'Ocse invita "a combattere l'evasione fiscale attraverso maggiori investimenti in sistemi IT e una migliore gestione delle risorse umane nelle agenzie di riscossione delle imposte, nonché attraverso la riduzione della soglia per i pagamenti in contanti".

Taglio. Sul fronte degli incentivi alle assunzioni, l'organizzazione  raccomanda invece "un taglio permanente dei contributi sociali per i primi 3 anni a tutti i nuovi contratti a tempo indeterminato". Infine, per migliorare l'efficienza e l'equità della struttura fiscale, l'Ocse chiede di "accelerare l'aggiornamento dei valori catastali" e il "ripristino della tassazione sulla residenza primaria con esenzioni per i redditi bassi delle famiglie".

Articoli Correlati

"Tasse, niente riduzione:pressione al 42,7% nel 2020"

Il fact checking del Centro studi Unimpresa sul Def appena approvato dal Governo

Fisco, da oggi onlinela precompilata

Fisco, dichiarazione dei redditi precompilata da oggi online

Tasse, pressione si alzaTax freedom day solo il 4 giugno

(Irpef, accise, Imu, Tasi, Iva, Tari, addizionali, Irap, Ires: il contribuente lavora 5 mesi per le tasse