Tinto Brass in ospedale “Non in pericolo di vita"

  • Cronaca

ROMA Il regista Tinto Brass, maestro del cinema erotico italiano, è ricoverato a Roma in terapia intensiva all'ospedale Sant'Andrea da ieri mattina. Brass, 86 anni, aveva  avuto un ictus nel 2010  e, a quanto si apprende dalla moglie, Caterina Varzi, ha avuto un malore che ha richiesto un ricovero urgente in ospedale. Qualche ora dopo i medici hanno  fatto sapere che Tinto Brass «non è in pericolo di vita, è in discrete condizioni generali, vigile e collaborante».  Il regista è stato quindi sottoposto  a ulteriori esami.
Nato a Milano il 26 marzo 1933, Brass ha iniziato la sua lunghissima e densa carriera negli anni Sessanta con film storici come “La chiave” con Stefania Sandrelli, “Miranda” con Serena Grandi, “Capriccio” con Francesca Dellera, “Senso ‘45” con Anna Galiena.

I nuovi progetti
Il regista stava anche seguendo altri progetti: una nuova versione di «Paprika», suo film erotico degli anni ‘90; da settembre avrebbe voluto aprire la casa di Isola Farnese alle proiezioni di «Salon Kitty» (1975) a gruppi di studenti «per far capire attraverso il cinema cosa ha fatto il nazismo dell’essere umano».

METRO

Articoli Correlati

Frode in appaltiai domiciliari generale dell'Aeronautica

Le indagini hanno documentato uno "specifico e ben collaudato sistema corruttivo" tra imprenditori e militari

Al via il processo d'appello-bis per l'omicidio Vannini

La mamma di Marco:"Neanche una parola per mio figlio da Federico Ciontoli"

Logli: "Roberta Ragusaavvistata in Liguria"

La difesa dell'uomo ha presentato un ricorso alla Corte europea dei diritti dell'uomo