Liga sbarca all’Olimpico per un live a tutto rock

  • Luciano Ligabue Start Tour

ROMA «Il mio desiderio è sempre stato quello di essere un cantautore, ma con il suono di una band perché ho bisogno di persone con le quali sentirmi complice. Abbiamo lavorato tanto e tutti per questo tour e per me il live resta una sorta di dipendenza, anche se oggi riesco a gestire meglio la differenza tra l’essere su o giù da un palco. Mi diverto in tanti modi, ma niente è come un concerto». Parola di Luciano Ligabue, una delle stelle del rock italiano, in concerto domani alle 21,30 allo Stadio Olimpico con il suo Start Tour, il nuovo progetto live, nato sull’onda della pubblicazione del suo dodicesimo dsco di inediti “Start”. L’artista emiliano sarà in scena con tutti i classici del suo repertorio e i brani del nuovo album.

«La scaletta degli stadi, nei quali sono andato a suonare per la prima volta ventidue anni fa, è sempre un problema – spiega – perché tendo a dare per scontato che a sentirmi verrà anche un pubblico occasionale, oltre ai fan, e qualcuno che magari arriva per la prima volta e poi forse non verrà mai più. Ritengo quindi importante far sentire buona parte del materiale nuovo e una sfilata di canzoni tra le più famose. Questa volta ho trovato l’escamotage dei due medley: uno voce e chitarra e uno in chiave club rock, che mi permettono di far sentire qualcosa di più e di rendere lo spettacolo un po’ diverso dal solito».

Con Ligabue sul palco ci saranno Max Cottafavi e Federico Poggipollini (chitarre), Luciano Luisi (tastiere), Davide Pezzin (basso) e Ivano Zanotti (batteria).

 

 

STEFANO MILIONI