Case occupate: già 325 quelle liberate nel 2019

  • Milano

cittàDal primo gennaio al 30 giugno 2019 si è passati da 4.487 immobili occupati abusivamente, di cui 3.467 di Aler e 1.020 di MM, a 4.162 immobili occupati abusivamente, di cui 3.243 di Aler e 919 di MM, per un totale di 325 immobili liberati. Il dato è emerso ieri in prefettura, dove, davanti al padrone di casa, Renato Saccone, si è riunito il comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, alla presenza dell’assessore regionale Stefano Bolognini, a quello del Comune di Milano Gabriele Rabaiotti, al presidente Aler Mario Angelo Sala e al dg di MM, Stefano Cetti. È stato stabilito di proseguire nella strategia adottata per ridurre ulteriormente le occupazioni, anche attraverso un potenziamento dei servizi di controllo. Il ministro Salvini si è complimentato, a distanza, con le forze dell’ordine, promettendo nuovi provvedimenti e nuove circolari del governo. Gli interventi di riqualificazione urbana ritenuti prioritari dal Comune e dalla Regione riguardano in particolare via Gola, via Bolla e via Quarti.
Sono emersi dati, anche, sul fabbisogno abitativo. Il Comune e MM hanno specificato che, entro aprile 2021, verranno ristrutturate 3.000 unità, di cui 909 già recuperate ed assegnate agli aventi diritto a maggio 2018. Sono 1.000, invece, gli alloggi di Aler che, entro il 2019, sull’intera provincia, verranno ristrutturati per far fronte alla domanda.

Articoli Correlati

L'Oasi del clochard chiudeL'appello di Furlan dei City Angels

Esperimento unico in Europa sotto sfratto

Sala scrive ai milanesi«Aumento Atm per il futuro»

Dopo il muro contro muro Regione verso l’accordo tariffario

I nostalgici del Meazza già sul piede di guerra

Sala: «Ne discuterà il consiglio comunale»