Un'onda anomala investe la galassia di Andromeda

  • astronomia

ROMA Uno studio internazionale guidato dall’Università Sapienza di Roma ha scoperto che la galassia di Andromeda ha registrato un’emissione anormale di microonde, una sorta di «onda anomala» che potrebbe essere spiegata solo attraverso nuovi meccanismi di radiazione. La scoperta dei ricercatori, pubblicata all’Astrophisical Journal Letter, è stata resa possibile dal radiotelescopio di 64 metri situato in Sardegna (Sardinia Radio Telescope) gestito dall’Istituto nazionale di astrofisica (Inaf).

Scienziati a caccia di acqua

Secondo l’Inaf, il fenomeno potrebbe essere compreso attraverso modelli «legati alla rapida rotazione di piccoli grani di polvere interstellare (spinning dust)». Questi effetti finora erano stati studiati solo sulla Via Lattea, ma i risultati ottenuti consentiranno di analizzare Andromeda in modo più approfondito acquisendo ulteriori conoscenze, nel tentativo di capire se eventuali emissioni laser nelle microonde siano causate dalla «presenza di molecole di acqua».

METRO