Secondo trimestre nero "Probabile contrazione del Pil"

  • Istat

La probabilità di contrazione del Pil nel secondo trimestre è "relativamente elevata". Lo scrive l'Istat nel Rapporto annuale 2019. "La stima effettuate - si legge - ha indicato che la probabilità di contrazione del Pil nel secondo trimestre è relativamente elevata: 0,65, su una scala che ha valore zero per la situazione di espansione e valore 1 per quella di contrazione dell'economia". Vi è cioè il 65% di probabilità che il Pil abbia andamento negativo, rispetto al primo trimestre, una tendenza al ribasso che - precisa l'Istat - potrebbe poi essere smentita. L'Istat mantiene quindi la previsione annuale di crescita dello 0,3% ma osserva che la fase attuale è difficile da prevede e da leggere. La stima della probabilità è ottenuta con una procedura che permette di individuare i settori manifatturieri con caratteristiche leading rispetto al ciclo economico: si tratta quindi di un indicatore sulle probabilità dello scenario, di una predizione qualitativa. 

Rallentamento. Le recenti previsioni Istat per l'economia italiana stimano, per il 2019, un ulteriore rallentamento della crescita. La modesta espansione sarebbe supportata solo dalla domanda interna e, in particolare, dai consumi privati. La decelerazione delle esportazioni e importazioni in volume, legata soprattutto per la prima componente a fattori esogeni internazionali, è invece attesa determinare un contributo nullo della domanda estera netta.

Articoli Correlati

Culle vuote Un anno da record

Italia in declino demografico: mai così poche nascite dall'Unità d'Italia

Istat, cala la fiduciadi consumatori e imprese

Ad aprile l’indice del clima di fiducia dei consumatori si stima in diminuzione per il terzo mese consecutivo

Famiglie, giù il reddito Debito al 132,1% del Pil

Istat, reddito in calo. Debito al 132,1% del Pil, in aumento rispetto al 131,1% del 2017