Inviata la lettera alla Ue Subito correzioni sui conti

  • GOVERNO

È stata inviata la lettera del Governo sulla procedura di infrazione all’Italia per disavanzo eccessivo ai 27 Stati membri e ai vertici Ue. Obiettivo della missiva è rassicurare sui conti pubblici italiani. Non ci sono divisioni, il Governo è compatto, vuole evitare la procedura di infrazione. Questo mantra viene ripetuto dal premier Giuseppe Conte la mattina alla Camera, a pranzo al Quirinale, al pomeriggio al Senato. Prima di partire per il Consiglio europeo, Conte vorrebbe che il Consiglio dei ministri approvasse la legge di assestamento di bilancio.
Il ddl, che aggiorna il quadro delle previsioni di bilancio a legislazione vigente, può avanzare variazioni compensative tra le dotazioni finanziarie già in vigore. La volontà di discuterne emerge da parole che lo stesso Conte pronuncia dopo aver incontrato Mattarella, nel pranzo che precede i vertici europei. L'obiettivo, spiega il premier, è mettere sul tavolo «una bozza di aggiustamento in modo da certificare il monitoraggio positivo dei conti pubblici», con l’obiettivo «di avere un ulteriore documento ufficiale da portare ai nostri interlocutori».
Conte, d’intesa con il ministro dell’Economia Giovanni Tria, vuole quindi dimostrare che sono «le nostre stime ad avere il sopravvento rispetto ad altre, che non corrispondono ai reali flussi di cassa». Il vicepremier Matteo Salvini non commenta immediatamente l’idea di Conte, ma si dice sicuro che «l’Ue permetterà all’Italia di crescere e di correre: governi complici, governi ignoranti, governi fessi non ce ne sono piu». Un incidente alla Camera mostra quanto i nervi siano tesi. Il Carroccio vuole inserire nel decreto Crescita un emendamento sui fondi di coesione affinché siano gestiti a livello regionale. Il M5S si mette di traverso. Discussione rinviata.

Articoli Correlati

Slitta Cdm su Tarantoaltre spine per Conte

Tensioni anche sul Dl Fisco e annuncio di mobilitazione dei sindacati della scuola

Palazzo Chigi, oggivertice di maggioranza

Un vertice di maggioranza è previsto alle ore 15:30 a Palazzo Chigi

Contanti e multe Posslittano a luglio 2020

Entra nel decreto fiscale la stretta sul carcere per i grandi evasori