La plastica dei turisti uccide i cervi di Nara

  • Giappone

La maledizione della plastica colpisce anche i cervi di Nara: nel popolare sito turistico in Giappone, visitato lo scorso anno da più di due milioni di persone, 6 animali sono morti da marzo a oggi ingerendo i rifiuti di plastica lasciati dai visitatori. Come riferisce Japan Today, nello stomaco di uno dei cervi, considerati tesoro nazionale e non più divini come nell'antichità, sono stati trovati 4,3 kg di plastica.     Ad attrarre i turisti in questo luogo vicino a Kyoto è la possibilità di camminare tra i cervi che vagano liberi e di dare loro da mangiare, degli appositi cracker di senbei che sono adatti per gli animali.

Nara Deer Welfare Association.  Ma la plastica si è fatta strada anche qui e li minaccia sempre più da vicino. Le autorità hanno reagito esortando i visitatori a fare attenzione a quello che danno ai cervi e a portare via i rifiuti in modo da non lasciare in giro plastiche pericolose. E nel tentativo di affrontare il problema, la Nara Deer Welfare Association ha sviluppato una speciale busta ecologica realizzata con materiali naturali. 

Articoli Correlati

Taiji, nuova crudelemattanza di delfini

Via alla mattanza annuale dei delfini nella città costiera di Taiji, in Giappone

Kyoto, stragenell'azienda dei manga

Uomo dà fuoco a azienda che produce fumetti e cartoon giapponesi, almeno 33 vittime

Tokyo ha ricominciatola caccia alle balene

Il Giappone riprende la caccia alle balenea scopi commerciali, dopo 31 anni di interruzione