Biglietto breve scontato a partire dal 2020

  • Milano

Il Consiglio comunale di Milano ha approvato all'unanimità l'introduzione, nel corso del 2020, del cosiddetto “biglietto breve”, ovvero un titolo di viaggio scontato rispetto a quello ordinario (che da metà luglio costerà 2 euro) e varrà per un numero limitato di fermate o per un tempo inferiore ai 90 minuti. Il testo dell'emendamento, proposto dal Pd, cavallo di battaglia del presidente della commissione Mobilità Carlo Monguzzi  cofirmatario con il capogruppo Filippo Barberis, modificato su proposta del leghista Gabriele Abbiati (che ha introdotto  la durata temporale) recita: «Introdurre nel corso del 2020 un biglietto breve a minor costo per un numero limitato di fermate o eventualmente di tempo, la cui applicazione verrà scelta tecnicamente per rendere questo strumento di viaggio sicuro, conveniente e agevole per i cittadini».
Il testo non precisa - come richiesto dalle opposizioni - né il prezzo del biglietto, né il criterio di validità, temporale o per numero di fermate. Il titolo di viaggio scontato potrà essere utilizzato all'interno di tutta la prima fascia.  Votata anche l’introduzione entro il 2020 dell'abbonamento pluriennale, che - precisa il testo - «abbia limite minimo di almeno due anni e un costo scontato del 10 per cento, con la possibilità di rateizzazione mensile». Il costo all'anno sarà quindi di 297 euro e al mese di 24,75 euro. 

Articoli Correlati

Sala: «Milano cresce»Mille assunzioni in Comune

Il sindaco prevede una lunga crescita economica per la città. I dati della Camera di Commercio e gli Ambrogini alle imprese. Partono le assunzioni

Nidi videosorvegliati via ai fondi regionali

Nel giorno dell'arresto di tre maestre nel bresciano

«Ora siamo italiani»La gioia di Rami e Adam

Concessa la cittadinanza ai piccoli eroi di san Donato