Villa Arconati ritorna a Sud

  • Milano/Musica

MILANO Il festival di Villa Arconati compie 30 anni. E cambia pelle. L'edizione 2019 vede il ritorno della rassegna nella location storica all’interno dei giardini della Villa lato Sud, mentre per le scelte artistiche si svolta verso proposte più varie e contaminate, sempre all'insegna della qualità.

Si parte il 26 giugno col poeta Guido Catalano, ma il clou sarà in luglio. 

Ci saranno le raffinate sonorità dei BowLand, protagonisti all'ultimo X Factor (9), ma anche due voci femminili doc come Dee Dee Bridgewater (17) e Angelique Kidjo (23).

Da non perdere  Laurie Anderson (5) che presenterà in anteprima italiana “The Language Of The Future” in collaborazione col festival Terraforma.

Nel cast anche Artchipel Orchestra & Orchestra di via Padova, Ascanio Celestini, Banda Osiris e Telmo Pievani (www.festivalarconati.com). 

Nell'attesa ecco per stasera al Magnolia le contaminazioni fra jazz e hip hop dell'accoppiata Dj Gruff e Gianluca Petrella, mentre nel giardino della Triennale si esibiranno il maestro dell'elettronica Gold Panda, Awesome Tapes From Africa e Parker Madicine.

In alternativa allo Spirit de Milan, per i Rock Files Live! di LifeGate, si terrà la serata “Rock Legends” con Andy Fluon, Gianni De Berardinis e Vincenzo Costantino “Cinaski”. 

Nel pomeriggio, alle 18, alla Rizzoli in Galleria Vittorio Emanuele, ci sarà la presentazione della biografia “Massimo Riva vive!”, scritta dalla sorella Claudia con Massimo Poggini. Ospiti Cesareo di Elio e le Storie Tese, Omar Pedrini e Clara Moroni.

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati

Mogol racconta Battistial Teatro Dal Verme

Questa sera di scena “Emozioni. Viaggio tra le canzoni di Mogol e Battisti” per svelare i segreti dei brani più noti

Il pop-punk dei Sum 41 al Lorenzini District

Domani sera la band presenterà dal vivo l’album “Order in Decline” uscito lo scorso luglio

Melanie Martineza tutto pop

Domani al Lorenzini District presenterà i brani tratti dall’ultimo album “K-12”