Inter all'ultimo respiro In Champions con la Dea

  • Campionato

CALCIO In Champions, alla fine di una volata lunghissima decisa allo sprint dell’ultima giornata, ci vanno quindi Atalanta e Inter. Oltre a Juventus e Napoli, ovviamente. Resta quindi fuori il Milan, che aveva cominciato alla grande la sua domenica sera andando sul doppio vantaggio a Ferrara contro la Spal, terminandola però in mezzo alle lacrime. Inutile, alla fine, il successo del Diavolo contro gli estensi a causa delle concomitanti vittorie di Atalanta e Inter, rispettivamente contro Sassuolo (3-1, in rimonta dopo essere andati inizialmente sotto) ed Empoli. Ecco, l’Empoli: a San Siro ha lottato e il suo portiere Dragowski ha anche parato un rigore a Icardi, ma alla fine i nerazzurri hanno tirato un sospiro di sollievo e i toscani sono retrocessi in serie B. Decisivo quindi l’ingresso di Keita, entrato a partita in corso e decisivo per regalare all’Inter il vantaggio iniziale che le ha permesso di passare in vantaggio prima che Nainggolan replicasse al momentaneo pareggio di Traorè. 

E’ insomma successo di tutto, negli ultimi novanta minuti di stagione. E il verdetto più giusto riguarda l’Atalanta: meravigliosamente terza e in Champions per la prima volta nella sua storia. I soldi, a volte, non sono tutto. 

DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati

Da Sacchi a Dan Peterson«sì» ai playoff nel calcio

I grandi allenatori e i campioni dicono la loro sulla possibile rivoluzione (causa virus) del campionato

Juve di nuovo in testaNetto 2-0 all'Inter

Ramsey ritrovato e super Dybala: così la Signora ha vinto il derby d'Italia

Un pessimo Milan va koPioli: «Non abbiamo alibi»

Nel Meazza deserto, i rossoneri vanno sotto col Genoa: 1-2. Segna Ibrahimovic