A fuoco bus elettrico Indaga la Procura

  • Roma

ROMA Incendio colposo: con questa ipotesi di  reato la Procura di Roma indaga sul bus elettrico andato in fiamme ieri mattina in via Sistina, in pieno centro. Il fascicolo è destinato a rientrare nell’inchiesta che i magistrati capitolini stanno portando avanti in merito ai diversi casi di incendi sui mezzi pubblici avvenuti negli ultimi mesi a Roma. Il mezzo, linea 119, era tornato in strada in servizio dopo una procedura di manutenzione di 10 giorni nella quale erano state sostituite alcune parti tra cui le batterie. Il mezzo fa parte di una prima tranche del parco mezzi di 60 mini bus elettrici che l’azienda sta rimettendo in servizio. «L’autista è intervenuto con l'estintore e sono stati allertati i vigili del fuoco che hanno completato l'intervento. Nessun problema per le persone. La vettura non ha subito danni gravi. Sarà riparata e tornerà in servizio», comunica, in una nota, l’Atac che poi precisa: è il decimo caso dall’inizio dell’anno.

«Sono in tutto 64 gli autobus andati a fuoco nell’era del sindaco Virginia Raggi - ha affermato il Codacons - È evidente che esiste un problema, non sappiamo se determinato da scarsa manutenzione dei mezzi o da precise attività di sabotaggio, così come è evidente che la frequenza con cui gli autobus della capitale prendono fuoco mette a rischio la sicurezza degli utenti del trasporto pubblico».

Articoli Correlati

Casapound, dannoper 4,6 milioni

Corte dei Conti: è il costo dei mancati introiti sul canone

Pestati quattro ragazzidel Cinema America

La denuncia: «Ci hanno ordinato di levarci le t-shirt dell’associazione»

Ora i Fori sono riunitidal 29 giugno un solo ticket

Dal 29 giugno basterà un solo ticket per visitare il Foro Romano dei Fori Imperiali