A Cannes arrivano Ken Loach e Elton John

  • Cinema/Cannes2019

CANNES Archiviati (ma solo per ora) gli zombie di Jarmush, il red carpet mozzafiato di tutti i suoi protagonisti, e messe da parte le dichiarazioni di Selena Gomez allarmata per la  pericolosità dei social,  oggi è il giorno dei primi film in concorso (“Les Miserables” di Ladj Ly e “Bacurao” di Kleber Mendonca) e di Luca Guadagnino cui sarà consegnato il Nastro d’Argento europeo del trentennale che, per la prima volta a Cannes, celebra quest’anno un compleanno speciale per il riconoscimento che dal 1989  premia il meglio del cinema d’autore.

E domani sarà tutta un'altra sorpresa.  Sarà la volta dell'atteso Ken Loach, un habitué della Croisette, dove ha conquistato per due volte la Palma d’oro, nel 2006 con “Il vento che accarezza l’erba”, e dieci anni dopo con “Io, Daniel Blake”.

Stavolta sarà in concorso con “Sorry we missed you” (che Lucky Red distribuirà in Italia), storia di una famiglia che si ritrova in mezzo al tracollo finanziario del 2008. Ricky e i suoi sono travolti dai debiti, ma una nuova opportunità appare all’orizzonte grazie a un furgone nuovo che gli offre  la possibilità di lavorare come autotrasportatore autonomo per una ditta in franchise, mentre la moglie lavora come badante. Ed è in mezzo  a tutto questo che l’unità familiare si incrina:  entrambi prendono strade diverse e tutto sembra  correre  verso un inevitabile punto di rottura.

Accanto a questa storia domani sarà presentata in concorso anche  “Atlantique”, in cui la regista franco-senegalese Mati Diop ci porta in Senegal con una storia d'amore contrastata dai soliti matrimoni combinati: uno scontro fra tradizione e modernità sullo sfondo  di una enorme torre in costruzione a Dakar.

Fuori concorso arriverà “For Sama'” di Waad Al Kateab e Edward Watts, una lettera d’amore alla figlia di una donna di Aleppo, nota per i suoi reportage strazianti sulla situazione della città nei mesi più duri del combattimento. Nel programma  della Quinzaine, invece, da non perdere la conversazione con John Carpenter preceduta dalla proiezione de “La cosa”.

Il tutto mentre oggi parte “Un Certain Regard”, con “La femme de mon frère” di Monia Chokri, storia di un amore, una simbiosi e una distanza necessaria tra fratello e sorella ambientata a Montreal.

Ancora oggi c'è lo statunitense “Bull” di Annie Silvestein, girato in un quartiere difficile di Houston, protagonista una adolescente solitaria che  diventa amica di un torero anziano.

In serata il colore arriverà sulla Montée des Marches delle 19 con il red carpet per “Rocketman”, in cui pare confermata la presenza di Elton John (impegnato nel suo tour d'addio) per il film di Dexter Fletcher che attraversa la storia di tutta la sua vita. Poi, per i fortunati invitati, un party super esclusivo.

SILVIA DI PAOLA

 

Articoli Correlati
Cinema/Cannes2019

Cannes, vince Bong Joon-HoBellocchio a mani vuote

Si è concluso il festival che ha visto premiato con la Palma d'Oro il film del regista coreano e Antonio Banderas
Cinema/Cannes2019

Al Festival di Cannesarrivano i documentari

Domani la programmazione prevede “Les Miserables” di Ladj Ly e “Bacurau” di Mendonca e Dornelles