Bamboccioni italiani “solo” quarti nella Ue

  • Giovani

UE Gli italiani sono tra i giovani della Ue che restano più a lungo a casa dei  genitori, fino a oltre 30 anni di età in media: è quanto emerge da una serie di dati pubblicati ieri da Eurostat in vista della giornata internazionale delle famiglie che sarà celebrata oggi.
 Nel 2017 in Italia il 49,3% dei giovani tra i 25 e i 34 anni viveva ancora ancora con i loro genitori, contro una media dell’Ue del 28,5%. Il dato in Italia è ancor più marcato per i giovani uomini con il 57,9% contro il 40,6% per le giovani donne. Nell'Ue la media è del 35,3% per gli uomini e del 21,7% per le  donne. Senza fare distinzione di genere, il dato più basso è stato registrato in Danimarca, dove solo il 3,2% dei giovani tra i 25 e i 34 anni vive ancora con i genitori. Seguono la Finlandia (4,7%) e la Svezia (6,0%). Per contro, a fare peggio dell'Italia sono la Croazia (59,7%), la Slovacchia (57%) e la Grecia (56,3%).    Il quarto posto degli italiani è confermato dall'età media in cui i giovani spiccano il volo. Nella Ue la media è di 26 anni, con i dati più bassi registrati in Svezia (18,5 anni), Danimarca (21,1 anni) e Finlandia (22,0 anni). I più bamboccioni sono invece i croati (31,8 anni), gli slovacchi (30,9 anni), i maltesi (30,7 anni) e gli italiani (30,1 anni).

I maschi sono più mammoni: non è una leggenda metropolitana, lo certifica anche Eurostat. Secondo gli esperti, questo avviene perché le mamme sono più severe con le figlie femmine, pretendono di più da loro, le esortano a cercare il loro posto nel mondo. Ma anche perché, dicono gli studiosi, le donne hanno meno fiducia e stima nei figli maschi. 

Tra il 2006 e il 2016 l’età media di uscita di casa è cresciuta in 14 paesi, in Europa mediterranea e orientale e nei paesi anglosassoni: Ungheria (+1,6 anni), Irlanda (+1,1), Slovacchia (+1,1), Croazia (+1) e a seguire Portogallo, Regno Unito, Lettonia, Spagna, Bulgaria, Grecia. Nel 2006 in Italia si lasciava la casa dei genitori a 29,8 anni di media, e da allora la crescita non si è mai fermata.

 

METRO

Articoli Correlati

Là dove spende e quantola generazione dei Millennials

Il target più ambito tra i consumatori? E’ under 30. E “detta” le nuove tendenze...

Aperte le candidatureper l’Hackathon Unilever

Dedicato a 216 giovani, tra laureandi e neolaureati

Calano i "mammoni"che vivono con i genitori

Meno mammoni per la prima volta in dieci anni. Intanto sulle pensioni resta lo scontro