Nuovi treni in arrivo con l'incubo dei tagli sul tpl

  • Milano

Per ora sono solo da guardare, sulle rotaie ci andranno fra un anno, ma intanto fino al 3 maggio i pendolari di passaggio a Cadorna possono immaginare un futuro migliore visitando il modello life size di un Caravaggio, uno dei 30 treni che entreranno in servizio nel 2020, su un totale di 100, il 25% del parco circolante. I vagoni  sono a doppio piano per  650 posti e super accessoriati con illuminazione led, wi-fi, prese 220v e usb,  telecamere laterali e frontali, telediagnostica da remoto, sistemi di sicurezza avanzatissimi. Il governatore Attilio Fontana ricorda che si aggiungeranno agli altri 61 convogli acquistati in modo da portare l’età media dei treni a  12 anni. «Questo è un treno ad alta capacità che ci serve perché siamo in una Regione in cui la domanda di mobilità continua a crescere - ha detto l’ad Marco Piuri - nel 2018 abbiamo trasportato ogni giorno 50mila viaggiatori in più del 2017, oltre  800mila al giorno».
Sullo sfondo restano i  tagli di 300 milioni al Tpl previsti dalla legge di Bilancio. Ieri il Ministro Tria ha aperto uno spiraglio: «Sul trasporto pubblico locale bisognerà fare qualche intervento in sede di assestamento di bilancio. Ci sono risparmi di spesa sul pagamento degli interessi dello spread, penso che si potrà intervenire». I sindacati lombardi dei trasporti annunciano: «Senza cambi di rotta saremo costretti a mobilitarci».

 

Articoli Correlati

L'Oasi del clochard chiudeL'appello di Furlan dei City Angels

Esperimento unico in Europa sotto sfratto

Sala scrive ai milanesi«Aumento Atm per il futuro»

Dopo il muro contro muro Regione verso l’accordo tariffario

I nostalgici del Meazza già sul piede di guerra

Sala: «Ne discuterà il consiglio comunale»