Notre Dame resta in bilico timore per i frontoni

  • notre dame

FRANCIA I frontoni delle facciate laterali della cattedrale di Notre Dame, parzialmente divorata dal rogo di lunedì, potrebbero crollare da un momento all’altro. Come hanno spiegato i vigili del fuoco, infatti, «non essendoci più il tetto ora si sostengono da soli e sono il punto di maggiore criticità». La cattedrale, come tutti gli edifici pubblici in Francia, non era assicurata e i costi ricadranno sullo Stato. Ma le donazioni hanno già superato quota un miliardo (ieri si è aggiunta la Disney con 5 mln di dollari). Il presidente americano Trump ha parlato con Papa Francesco offrendo l’aiuto di esperti americani per la ricostruzione, che l’architetto Renzo Piano si augura «leggera e in legno».

METRO

Articoli Correlati

Dopo il rogo a Notre Damec’è l’incubo del piombo

Campagna di monitoraggio dopo la scoperta di forti concentrazioni nel sangue di un bambino di sette anni

Il rogo di Notre Dameinnescato da un corto circuito

È quanto sarebbe emerso dalle prime acquisizioni dell'inchiesta