Cane salvato in mare a 220 km dalla costa

  • Animali

THAILANDIA Sfinito, si è aggrappato alla struttura di una piattaforma petrolifera in mezzo al mare ed è stato subito soccorso dagli operai che lo hanno recuperato a bordo con una corda. Ma resta un mistero cosa ci facesse un cane a 220 km dalla costa thailandese. Potrebbe essere caduto accidentalmente da un peschereccio o essersi gettato in mare da un’imbarcazione per sfuggire a maltrattamenti.

Curato e portato a terra

È stato soprannominato "Boonrod" (“Il sopravvissuto”) e dopo essere stato curato, è stato trasferito a terra nel porto di Songkhla. Qui è stato adottato dall'associazione per la protezione animali Watchdog Thailand.

METRO

Articoli Correlati

Allevamenti, in Franciastop alla triturazione dei pulcini

Da fine 2021, in Francia sarà vietato triturare vivi i pulcini maschi. Ogni anno nel mondo 7 miliardi di esemplari macinati vivi

Nel porto di Genovaspuntano le orche

La famiglia - una madre con due cuccioli - forse disorientata dai cambiamenti climatici

Paesaggi virtualiper mucche più felici

In Russia sperimentazione di visori per migliorare l'umore dei bovini