Cane salvato in mare a 220 km dalla costa

  • Animali

THAILANDIA Sfinito, si è aggrappato alla struttura di una piattaforma petrolifera in mezzo al mare ed è stato subito soccorso dagli operai che lo hanno recuperato a bordo con una corda. Ma resta un mistero cosa ci facesse un cane a 220 km dalla costa thailandese. Potrebbe essere caduto accidentalmente da un peschereccio o essersi gettato in mare da un’imbarcazione per sfuggire a maltrattamenti.

Curato e portato a terra

È stato soprannominato "Boonrod" (“Il sopravvissuto”) e dopo essere stato curato, è stato trasferito a terra nel porto di Songkhla. Qui è stato adottato dall'associazione per la protezione animali Watchdog Thailand.

METRO

Articoli Correlati

Il mistero delle balenespiaggiate in Tasmania

Corsa contro il tempo per salvare centinaia di cetacei ancora bloccati. L’esperto: «Esistono una serie di concause»

Il Tar sospende la cattural'orsa JJ4 resta libera

Accolta la richiesta presentata dalle associazioni animaliste Enpa e Oipa

Marijuana agli elefanti nello zoo di Varsavia

Stressati per la morte della femmina alfa