Binari morti, in città ce ne sono 18 chilometri

  • Milano

Sono il peggior nemico dei ciclisti milanesi assieme al pavé: le temutissime rotaie del tram. Peggio se non sono più usate, quindi poco manutenute, con il rischio che si creino pericolose buche. Dopo i vari cantieri del metrò che stanno rivoluzionando la viabilità di Milano, molte linee hanno cambiato percorso lasciando sul terreno 18,2 chilometri di binari morti, secondo i dati dell’assessorato dei Trasporti, su 270 chilometri totali. Un problema sentito e trasversale sul quale il consiglio comunale ha approvato all’unanimità un ordine del giorno presentato dai consiglieri del Pd Alessandro Giungi e Alice Arienta per chiedere alla Giunta comunale di avviare i lavori di rimozione: «Molti municipi hanno già realizzato un censimento delle rotaie non più in uso- spiega Arienta- noi abbiamo voluto sollecitare un intervento partendo da quanto indicato dai loro». Nel mirino soprattutto alcune zone come via Ponzio accanto alla piscina, alcuni tratti di corso  di Porta Romana, piazza Vesuvio e via California. Sui tempi Arienta assicura che «se entro sei mesi non succede niente ci faremo risentire».  P.R.

Articoli Correlati

Legato mani e pieditrovato morto clochard

Era in un parcheggio di Linate

San Carlo, educatricecolpita da meningite

La donna, 28 anni, era impegnata nel doposcuola alla primaria. L'Ats: nessun allarme, nessuna epidemia. Nel 2019 undici casi

San Siro, la demolizione«non è l'unica strada»

Assenso «condizionato» dalla Conferenza dei servizi del Comune. Il peso del parere della Soprintendenza. Sala per la riqualificazione, contro l'abbattimento