Nesli “viene in pace” per cantare i disagi di oggi

  • Milano/Musica

MILANO Ha da poco pubblicato un nuovo cd, “Vengo in pace”, che chiude idealmente una trilogia iniziata ormai quattro anni fa. Un album fra pop, rap, canzone d'autore ed elettronica, lanciato dal singolo “Le cose belle”, che Nesli presenterà in concerto domani sera sul palco dell'Alcatraz (ore 21, euro 23) a chiusura del suo tour. 

«Il titolo rappresenta bene il mio momento - spiega l’artista marchigiano -  Dopo tanta inquietudine, finalmente un po' di serenità. Ma è anche una risposta alla guerra di oggi, soprattutto sui social, dove c'è troppa violenza verbale. Io, invece, porgo la mano a tutti». 

«Nelle canzoni - prosegue Nesli –  stavolta niente amore e relazioni: ci trovi disagio, inquietudini e bullismo, ma anche tanta speranza e positività».

Nell'attesa il club di via Valtellina ospita stasera un vecchio leone del rock come Glenn Hughes (ore 21, euro 35), già cantante dei Deep Purple per alcuni anni: in scaletta pezzi come “Burn”, “Stormbringer”, “Highway Star“ e “Smoke On The Water”. 

Tutt'altra musica al Tunnel, dove arriverà “La fortuna sia con me tour 2019” di Anna Tatangelo (ore 21, euro 23). La cantante di Sora ha scelto i piccoli club per presentare il suo ultimo lavoro discografico assieme ai successi del passato con un sound più fresco e moderno.
Ospiti Syria e Achille Lauro & Boss Doms.

Per il jazz, invece, al Blue Note si terrà un tributo all'arte di Carla Bley ad opera di Donatiello, Chevillon, Tononi, Cigalini, Mandarini & Ranghino

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati

Mogol racconta Battistial Teatro Dal Verme

Questa sera di scena “Emozioni. Viaggio tra le canzoni di Mogol e Battisti” per svelare i segreti dei brani più noti

Il pop-punk dei Sum 41 al Lorenzini District

Domani sera la band presenterà dal vivo l’album “Order in Decline” uscito lo scorso luglio

Melanie Martineza tutto pop

Domani al Lorenzini District presenterà i brani tratti dall’ultimo album “K-12”