Tra Inter e Atalanta pari equo e utile

  • Campionato

CALCIO «Una squadra come l’Inter non può accontentarsi di uno 0-0», dice a fine partita Borja Valero. Ammettendo però che contro un’Atalanta così, è dura. Il match di ieri è stato di grande equilibrio: qualche occasione ghiotta per parte, una prevalenza territoriale interista bilanciata da un’attentissima Atalanta, che, pur priva dello squalificato Zapata, si è fatta pericolosa soprattutto con Ilicic. Un punto prezioso per entrambe: l’Inter in definitiva allunga sul Milan, a +5; gli orobici agganciano proprio il Milan, al 4° posto.

Vecino come nel derby
Spalletti ha messo in campo la stessa squadra che ha schiantato il Genoa, ma anziché Nainggolan, in panchina, schiera Vecino, con una posizione avanzata simile a quella che ha detto bene nel derby. Nel primo tempo, due le maggiori occasioni, ed entrambe dell’Inter: un pallonetto di Vecino al 9’, che però non sorprende Gollini; e un gol sprecato da Icardi al 31’. Maurito, pescato deliziosamente da Politano, sottoporta tenta il pallonetto, facendosi però intercettare dal portiere atalantino. Nella ripresa, l’Atalanta pareggia il confronto delle occasioni: al 48’, Ilicic penetra in area, ul fondo, e sferra un tiro teso che attraversa lo specchio della porta senza che Gomez riesca a correggerla in rete. Dopo, da segnalare, una buona iniziativa in area di Nainggolan, che si fa però parare da Gollini, e un’altra occasione per Icardi, che colpisce di testa su corner ma è intercettato da Castagne.

Brozovic si fa male
La brutta notizia per l’Inter è l’infortunio muscolare di Brozovic, al 20’: mancherà il suo fosforo. Quanto a Icardi: ha cercato i compagni, che lo hanno spesso cercato. Ha giocato in modo intelligente e freddo. Peccato “solo” per i due gol non fatti. È stato fischiato dalla curva ma applaudito da tanti altri. L’ad Marotta, sul suo futuro, ha svicolato: «Parliamo del presente. Lui oggi è un giocatore dell’Inter, di fatto». Di fatto, e non di diritto?

SERGIO RIZZA
Twitter: @sergiorizza

Articoli Correlati

Zaniolo si sfogacontro «gli invidiosi»

Il talento risponde per le rime ai detrattori. Infermeria: Manolas arruolabile per il Cagliari

Colpaccio AtalantaVince e acchiappa il Milan

Gli orobici espugnano il San Paolo battendo il Napoli 2-1 in rimonta: ora sono a quota 56 assieme ai rossoneri

Il Faraone "rimedia”con i piccoli disabili

El Shaarawy insegnerà calcio per cinque mesi al rione San Saba: conseguenza della denuncia nell'incidente d'auto del 2016