Vaccini, i presidi "Errore abrogare la Lorenzin"

  • Vaccini

"E' un errore abrogare la legge Lorenzin, io sono favorevole al mantenimento dell'obbligo di vaccinazione per l'ammissione all'asilo nido e alla materna". Lo dice Antonello Giannelli, presidente dell'Associazione nazionale presidi, commentando la nuova legge sui vaccini della quale si discute in commissione sanità al Senato, e in particolare il contestato anche da alcuni M5S, emendamento che cancella l'obbligo della certificazione vaccinale per l'iscrizione al nido e alla materna.  "

Tutela. Questa legge - afferma Giannelli - prevede che siano i dirigenti scolastici a farsi carico di misure di tutela che non esistono, infatti non spiega quali potrebbero essere. I presidi non possono inventarsi misure come se fossero epidemiologi o infettivologi". Giannelli sottolinea inoltre che "l'ambiente scolastico favorisce il contagio, in quanto i bambini giocano insieme, si toccano e si scambiano il cibo.Un bimbo in classe - osserva - può essere portatore di un'infezione e se un altro non si può vaccinare diventa a rischio, anche se tra i due non c'e' contatto fisico: molte malattie si trasmettono per via aerea, e le scuole, spesso e calde favoriscono il contagio".

Articoli Correlati

Hackathon, contest e premianti fake news sui vaccini

Seconda edizione di #PerchéSì, laboratorio di idee per contrastare le fake news sui vaccini

Vaccini, a Livornodenunciati due genitori

Vaccini, a Livorno scattate denunce per genitori che avevano attestato il falso

Chi non è vaccinatoda domani non entra a scuola

Oggi scade il termine per mettersi in regola, poi scattano esclusioni e multe