Ranieri: «Poco allenati» Pallotta: «Basta alibi»

  • Campionato

CALCIO «Tutti sanno cosa è andato storto quest'anno e per questo abbiamo dovuto cambiare. Ma il tempo delle scuse è finito. La partita con la Spal è inaccettabile, quella di oggi è stata anche peggiore. I giocatori devono lottare e mostrare che hanno le palle. Nessuno ha più alibi». Pallotta affida ai social queste parole rabbiose, dopo l’umiliante 1-4 subito nel pomeriggio dal Napoli (rete iniziale di Milik, pari provvisorio di Perotti su rigore, poi affondo partenopeo con Mertens e Younes). Molto diversa, più pacata e quasi più rassegnata, era stata la lettura della sconfitta da parte di Ranieri: «Stiamo cercando di fare di tutto. Siamo in un momento particolare, prendiamo gol al primo affondo. Non so come, ma riusciamo a pareggiare e alla prima sortita del secondo tempo ci fanno il secondo... Se gli altri corrono di più è difficile aiutarli questi ragazzi. Certo, si sono allenati poco a causa degli infortuni. Alcuni giocano nonostante gli acciacchi, devo solo ringraziarli (si riferisce a Kolarov, Manolas, De Rossi, Perotti, Dzeko, ndr). Dobbiamo lavorare, però non ci arrendiamo e cercheremo di fare del nostro meglio». Non solo. Ranieri rimarca il buono stato “morale” dei suoi giocatori: «La squadra dopo la Spal si è comunque ricompattata, ci hanno voluto mettere la faccia. Siamo tutti sulla stessa barca».  Il 4° posto, occupato dal Milan sconfitto dalla Samp, è sempre lì, a 4 punti, ma la distanza pare quasi incolmabile dopo che l’Atalanta e la Lazio hanno fatto il sorpasso. 

Prima del match aveva parlato Totti, a Sky. Ha influito sulla scelta di Ranieri? «Diciamo che ci ho messo bocca parlando con gli altri dirigenti. Conosce l’ambiente. Penso che sia la scelta giusta, dopo aver cambiato allenatore». Dzeko? «Un buono. Ma non devi pestargli i calli».

METRO

Articoli Correlati

Zaniolo si sfogacontro «gli invidiosi»

Il talento risponde per le rime ai detrattori. Infermeria: Manolas arruolabile per il Cagliari

Colpaccio AtalantaVince e acchiappa il Milan

Gli orobici espugnano il San Paolo battendo il Napoli 2-1 in rimonta: ora sono a quota 56 assieme ai rossoneri

Il Faraone "rimedia”con i piccoli disabili

El Shaarawy insegnerà calcio per cinque mesi al rione San Saba: conseguenza della denuncia nell'incidente d'auto del 2016