L’Ora della Terra, Poste spegnerà le luci nelle sedi

  • l'ora della terra

In occasione dell’evento internazionale “L’Ora della Terra” prevista per sabato 30 marzo, Poste Italiane spegnerà o abbasserà le luci dalle 20.30 alle 21.30 in 23 sedi dislocate sul territorio nazionale. A Roma, l’iniziativa interesserà la sede centrale di viale Europa, la Filiale di Cinecittà in via Terzilio Cardinali, la Filiale di Roma Sud in via Eroi di Cefalonia a Spinaceto e la Filiale di Roma Ovest in via Sappada.

WWF. L’iniziativa, nata da un’idea del WWF, ha come obiettivo quello di sensibilizzare la comunità internazionale alla sostenibilità ambientale e ridurre, tra le altre cose, l’inquinamento luminoso, tramite il semplice gesto dello spegnimento della luce per un'ora. Partito lo scorso 1 marzo in occasione dell’evento “M’illumino di meno”, il “mese verde” di Poste Italiane racconta l’impegno dell’Azienda in relazione al risparmio energetico e alla mobilità sostenibile, per accrescere la consapevolezza su come anche piccoli gesti quotidiani possono incidere sull’ ecosistema di cui siamo parte. Il rispetto dell’ambiente e l’attuazione di politiche energetiche sostenibili sono un pilastro fondamentale della strategia di Poste Italiane. I progetti di sostenibilità ambientale spaziano dalle azioni più piccole come l’installazione di plafoniere led che nel 2018 hanno contribuito a realizzare risparmi per oltre 16 GWh, a quelle più importanti come l’utilizzo di tre impianti a energia solare: il Centro Congressi di viale Lenin a Roma, il Centro Distribuzione Master dell’Aquila e l’ufficio postale di Triggiano (Bari).

Veicoli eco. Nell’ultimo periodo è stata inoltre introdotta una flotta di veicoli di standard Euro6 al fine di ridurre al minimo le emissioni inquinanti. I quadricicli e i tricicli vengono utilizzati per il servizio di consegna di corrispondenza e pacchi nell’ “ultimo miglio” mentre i van sulle distanze di “medio raggio”. Nella Capitale, in particolare, a disposizione dei portalettere per la consegna di corrispondenza e pacchi ci sono 55 tricicli elettrici, 106 quadricicli leggeri dotati di motore elettrico e 8 Fiorini elettrici. Per l’alimentazione del parco veicoli elettrici l’Azienda ha predisposto 570 colonnine su tutto il territorio nazionale, che utilizzano energia generata da fonti rinnovabili, le quali vanno a formare oltre 1000 punti di ricarica.