"Lo stadio sarà comunque pubblico"

  • Milano

SPORT Una proposta concreta con un punto fermo: l’eventuale nuovo stadio dovrà essere di proprietà del Comune. In sintesi è la posizione del Sindaco Sala sull’idea – ma ormai è molto più che tale - di costruire un nuovo impianto demolendo San Siro, la cui ristrutturazione costerebbe più di una struttura ex novo. «È importante che Inter e Milan, che stanno lavorando assieme, arrivino presto con una proposta concreta», ha detto ieri Sala. «Tutte le proposte sono legittime, a me la cosa che interessa è che sia chiara la posizione mia e dell’amministrazione: io preferirei che lavorassero sull’esistente, però se le società proponessero un nuovo stadio, non potremmo che esaminarlo». Sulla  demolizione però il Comune non può «perdere soldi». Circa la natura dell’eventuale nuovo immobile «bisogna trovare una formula perché sia di proprietà del Comune, con una concessione a lunghissimo termine». E l’unica possibilità sarebbe una cessione dei costruttori al Comune. Contro l’ipotesi nuovo stadio ì, ieri si sono dichiarate  Lega, Fi, M5s e l’ex sindaco Albertini: «San Siro è una struttura che ha tanta storia e ha ancora una funzione. Non mi piacerebbe la demolizione». 
Si chiama fuori dalle polemiche il presidente Fontana: «Se si abbatte San Siro, si abbatte un pezzo del mio cuore, ma mi rimetto alle scelte delle due squadre e del sindaco». AN.SPA.

 

Articoli Correlati

Trovati e sequestrati i camici di Fontana

La Gdf li ha bloccati nel magazzino della società Dama, la Spa di proprietà del cognatgo e delal moglie del governatore lombardo

Trovati e sequestrati i camici di Fontana

La Gdf li ha bloccati nel magazzino della società Dama, la Spa di proprietà del cognatgo e delal moglie del governatore lombardo

Abbonamenti Atm ricaricabili via smartphone

L'azienda di trasporto lancia la app taglia code. Non sarà più necessario recarsi agli Atm Point