Scala: via libera al conservatorio in Arabia Saudita

  • Milano

MUSICA La Scala creerà un conservatorio di musica per bambini e bambine a Riad, Arabia Saudita. Ieri il cda dell’Accademia, presieduto dal sovrintendente  Pereira, ha infatti approvato “all’unanimità il progetto di start up”. Un via libera che arriva dopo le tensioni per il paventato ingresso saudita nel cda scaligero, sfociate lo scorso 18 marzo nella decisione del consiglio di restituire i 3,1 milioni già bonificati. Al termine di quel cda, il sindaco Sala aveva spiegato che i soldi sarebbero stati restituiti, ma che non erano però escluse future collaborazioni. Inoltre, era stato deciso di demandare la questione conservatorio al cda dell’Accademia, il quale ieri ha detto sì. Il progetto si svilupperà nell’arco di tre anni coinvolgendo circa 600 bambine e bambini. Una notizia accolta con freddezza dal presidente lombardo Fontana: «Il cda della Scala aveva detto “bocce ferme e ripartiamo da capo”, questo non è un ripartire da capo, con tutto che io sono dell'opinione che la collaborazione culturale sia molto positiva», ha detto. Per Fontana «il cda dell’Accademia dovrà dare qualche spiegazione al cda della Scala. O magari - ha aggiunto - si sono già parlati ed erano d’accordo, non lo so quali sono gli accordi». E, sulla nascita del conservatorio ha concluso: «è difficile dare un giudizio positivo a priori. Esportare le nostre eccellenze è un valore aggiunto, sia dal punto di vista culturale sia da quello economico. Allargare il piacere delle musica è un dovere, però bisogna capire le condizioni».

 

Articoli Correlati

Trovati e sequestrati i camici di Fontana

La Gdf li ha bloccati nel magazzino della società Dama, la Spa di proprietà del cognatgo e delal moglie del governatore lombardo

Trovati e sequestrati i camici di Fontana

La Gdf li ha bloccati nel magazzino della società Dama, la Spa di proprietà del cognatgo e delal moglie del governatore lombardo

Abbonamenti Atm ricaricabili via smartphone

L'azienda di trasporto lancia la app taglia code. Non sarà più necessario recarsi agli Atm Point