La volpe Giglio sfrattata da una famiglia di topi

  • Animali

ROMA «Una primavera anomala per la volpe Giglio: i topi invadono i suoi spazi e la costringono a dormire fuori della tana. Un’immagine amara e che mai avremmo voluto vedere». Così l'Associazione per Villa Pamphilj ha denunciato sul proprio gruppo Facebook l'insolito sfratto della piccola volpe Giglio dalla sua tana a ridosso del laghetto: da qualche giorno, infatti, è costretta a dormire all'aperto sul prato perchè i topi, «che negli ultimi mesi si sono prolificati senza più alcun controllo», le hanno invaso la casa.

Una habitué del grande parco

La volpe Giglio, come ricorda l'Associazione per Villa Pamphilj, è oramai una habitué del più grande parco romano, che con i suoi 184 ettari ospita numerose volpi e molti altri animali selvatici. «I topi ci sono sempre stati, ma mai come negli ultimi mesi si sono visti così numerosi, diventando invadenti anche con la stessa volpe - sottolinea l'Associazione - un paradosso se si pensa che proprio questo animale è tra i più assidui nemici dei roditori».

Colpa di chi foraggia gli animali selvatici

«I veri responsabili di quanto sta accadendo sono però alcuni frequentatori di Villa Doria Pamphilj - ha messo in chiaro l'Associazione - dando da mangiare agli animali selvatici presenti nel laghetto hanno attirato i topi i quali oramai hanno imparato a conoscere i luoghi dove viene “distribuito” il cibo. Le volpi non avendo la necessità di procacciarsi il cibo, non rappresentano più un pericolo per i roditori, anzi questi si sono così moltiplicati da invadere gli spazi vitali di anatre, cigni e della stessa Giglio».

METRO

Articoli Correlati

Ex militare in fugainsieme al suo puma

Un veterano di guerra polacco è ricercato da giorni nei boschi insieme al pericoloso felino

Messo in quarantenail gattino migrante

Pupi, maschio di sei mesi, è sbarcato a Lampedusa

Castrazione chimicaper l’orso M49

Proteste animaliste contro la Provincia di Trento per la politica di gestione degli orsi