Bevo alcol ma solo nel weekend...

  • sani fake

Le bufale sulla salute svelate su Metro dall'Istituto Superiore di Sanità www.issalute.it

Bere in modo esagerato, anche se solo nel fine settimana, non previene affatto i danni dovuti all’alcol. Il “binge drinking” comporta l’assunzione in un breve arco di tempo di 5-6 bicchieri di alcolici (oltre i 60 grammi di alcol), spesso di vario tipo. È diffusa con maggiore frequenza tra i giovani di età 18-24 anni. Scopo di queste “abbuffate” è l’ubriacatura immediata, indipendentemente dal tipo di bevanda alcolica. Il binge drinking, al contrario del bere per socializzare che sfrutta l’iniziale e temporaneo effetto disinibitorio dell’alcol, ha come finalità preordinata l’ubriacatura e si accompagna nei giovani che lo praticano a peggioramento delle relazioni sociali, sino all’esclusione e alla marginalizzazione, a comportamenti violenti, incidenti stradali e scarse performance scolastiche. Purtroppo, i dati dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) dimostrano come questo fenomeno stia continuando a crescere tra i giovani (18-24 anni): riguarda ben il 22,2% dei maschi e l’8,6% delle femmine, con una tendenza complessiva all’aumento per tutta la popolazione.

Articoli Correlati

Diete, è sicurala 7 kg in 7 giorni?

Le bufale sulla salute svelate su Metro dall'Istituto Superiore di Sanità

Ma è possibile l'acqua nella caraffa?

Le bufale sulla salute svelate su Metro dall'Istituto Superiore di Sanità

Ma la cipollaassorbe i microbi?

Le bufale sulla salute svelate su Metro dall'Istituto Superiore di Sanità