Dolosi gli incendi della Valle Lanzo

  • TORINO

torino Prende piede l’ipotesi dolosa per gli incendi che da ore stanno mettendo a dura prova la Valle di Lanzo, nel Torinese. Le fiamme sono divampate lunedì in un bosco di Val della Torre e, a causa del vento che ha soffiato anche a 90 km/h, si sono prorogate arrivando al comune di Givoletto, avvicinandosi  alle case. I carabinieri stanno lavorando per capire cosa abbia innescato i roghi effettuando dei sopralluoghi nella zona del Monte Baron: è da lì che si ipotizza sia partito l’incendio. L’allarme è alto e anche la paura per i residenti. Nella notte tra mercoledì e giovedì sono state evacuate 30 persone in via Borgonuovo che dopo alcune ore sono rientrate in casa. È stata allestita anche una sala operativa e uno spazio accoglienza per le famiglie. Ora il timore è che gli incendi si rialimentino, per questo anche nella giornata di ieri le  dieci squadre dei vigili del fuoco e i volontari, insieme con elicotteri antincendio e Canadair, hanno continuato a lavorare per monitorare i danni ed evitare nuovi focolai. Finora sono stati oltre 300 gli ettari di bosco distrutti. Intanto nei giorni scorsi è scattato lo stato di massima pericolosità nei boschi, dopo i 40 giorni di siccità che hanno interessato il Piemonte: la Protezione civile  ha avviato il piano per affrontare un’emergenza che non sembra rientrare. Cristina Palazzo

Articoli Correlati

Rogo alle VallettePreso un 50enne

L’antagonista con un petardo fece 90mila euro di danni

Truffe religioseper 400mila euro

Raggiri in tutta Italia, tra le vittime anche un arcivescovo

Casavo boom a Torino:transazioni in tempi record

Casavo, primo Instant Buyer immobiliare italiano, fa boom a Torino ad appena un mese dallo sbarco