Risvegliate le cellule di un mammut

  • Animali

GIAPPONE Grazie alle tecniche già in uso per la clonazione, un team di scienziati giapponesi della Kindai University è riuscito a “risvegliare” le cellule di un mammut vissuto oltre 28 mila anni fa e conservato quasi perfettamente sotto i ghiacci della Siberia. I risultati della ricerca sono stati pubblicati su Science Report. Per l’esperimento sono state isolate alcune cellule dal midollo osseo e dai muscoli del mammut Yuka, scoperto nel 2010, che sono state trasferite negli ovociti di alcuni ratti. Qui, sorprendentemente, le cellule hanno mostrato «segni apprezzabili di attività». Le cellule non hanno però iniziato la fase di divisione perché il materiale di partenza era troppo danneggiato. E gli scienziati frenano anche su possibili ipotesi di clonazione completa.

METRO

Articoli Correlati

Allevamenti, in Franciastop alla triturazione dei pulcini

Da fine 2021, in Francia sarà vietato triturare vivi i pulcini maschi. Ogni anno nel mondo 7 miliardi di esemplari macinati vivi

Nel porto di Genovaspuntano le orche

La famiglia - una madre con due cuccioli - forse disorientata dai cambiamenti climatici

Paesaggi virtualiper mucche più felici

In Russia sperimentazione di visori per migliorare l'umore dei bovini