Risvegliate le cellule di un mammut

  • Animali

GIAPPONE Grazie alle tecniche già in uso per la clonazione, un team di scienziati giapponesi della Kindai University è riuscito a “risvegliare” le cellule di un mammut vissuto oltre 28 mila anni fa e conservato quasi perfettamente sotto i ghiacci della Siberia. I risultati della ricerca sono stati pubblicati su Science Report. Per l’esperimento sono state isolate alcune cellule dal midollo osseo e dai muscoli del mammut Yuka, scoperto nel 2010, che sono state trasferite negli ovociti di alcuni ratti. Qui, sorprendentemente, le cellule hanno mostrato «segni apprezzabili di attività». Le cellule non hanno però iniziato la fase di divisione perché il materiale di partenza era troppo danneggiato. E gli scienziati frenano anche su possibili ipotesi di clonazione completa.

METRO

Articoli Correlati

In Iran l'invasionedi milioni di cavallette

Viaggiano per 400 chilometri al giorno sospinte dai venti a 1.700 metri di quota

Cane salvato in marea 220 km dalla costa

È avvenuto in Thailandia, dove l'animale è stato soccorso da una piattaforma petrolifera

Cani e gattiallungano la vita

Tenere un animale in casa aiuta gli over 65 a vivere meglio e di più