Vaccini, a Livorno denunciati due genitori

  • Vaccini

Sono 16 i bambini costretti a restare a casa questa mattina, in Toscana, perché non in regola con le vaccinazioni. A Livorno sono addirittura scattate le denunce per due genitori che avevano attestato il falso, nella documentazione presentata all'istituto scolastico per le vaccinazioni obbligatorie. 

Grillo.  "Le coperture vaccinali sono alte. Come ho già detto in diverse occasioni, credo che il dibattito sui vaccini abbia funzionato perché i cittadini hanno capito che era importante vaccinarsi, soprattutto contro il morbillo. Tuttavia, la legge che ha introdotto l'obbligo vaccinale era un decreto legge, quindi era un provvedimento emergenziale. Ora serve una legge quadro per gestire le politiche vaccinali". Lo ha detto il ministro della Salute, Giulia Grillo, a margine di una conferenza stampa al dicastero. Secondo Grillo, "non è una questione di No vax: il tema è che alcuni cittadini hanno dubbi nei confronti dei vaccini e dobbiamo parlare con loro per rassicurarli". Il ministro ha inoltre spiegato: "Non ho un numero preciso dei bambini che non possono entrare a scuola perché non vaccinati, dovete chiederlo al Miur. Quello che posso dire è che dovrebbe essere già noto questo numero perché il 10 marzo scadeva la validità dell''autocertificazione. Quindi si sapeva già. E' solo una questione mediatica". 

Articoli Correlati

Vaccini, i presidi"Errore abrogare la Lorenzin"

Giannelli (Associazione nazionale presidi): "Favorevole al mantenimento dell'obbligo di vaccinazione"

Hackathon, contest e premianti fake news sui vaccini

Seconda edizione di #PerchéSì, laboratorio di idee per contrastare le fake news sui vaccini

Chi non è vaccinatoda domani non entra a scuola

Oggi scade il termine per mettersi in regola, poi scattano esclusioni e multe