Lasciamoci travolgere dalla febbre dell'Eros

  • Libri/Matteo Nucci

Abbandonatevi a Eros, alla sua forza incredibile, al suo abisso, alla sua formidabile potenza capace di stravolgerci la vita. Da Paride e Elena, Orfeo e Euridice ma anche Afrodite e Efesto, storie d’amore travolgenti che ci illuminano sul nostro presente nel nuovo bellissimo saggio di Matteo Nucci “L’abisso di Eros. Seduzione” (Ponte alle grazie, p. 283, euro 16,80).

Matteo Nucci, quale forza indicibile ha ancora oggi Eros? E quanto ha a che fare col sesso?
«La forza di Eros non cambia mai perché gli esseri umani, in quanto tali, non cambiano. Continuiamo a nascere e vivere brevi vite durante le quali cerchiamo di essere felici. Eros rappresenta l’energia più potente che scorre dentro alla nostra anima».

Freud parlava addirittura dell’innamoramento come una “malattia”.  
«Anche gli antichi parlavano continuamente di “malattia”, “tormento”, “prigione”. Quando entriamo in un’altra dimensione è inevitabile vacillare e sentirsi inadeguati, fragili. Però solo in questo modo possiamo davvero trasformarci e coltivare il nostro amore. Se fossimo sempre duri e inscalfibili, non cambieremmo mai, non ci innamoreremmo più».

A volte non dobbiamo difenderci da uno sconvolgimento così grande?
«Certo. Quando cadiamo in amori malsani, amori che diventano tossici perché riproducono le dinamiche della tossicodipendenza. In quei casi dobbiamo difenderci eccome».

Come si fa a far funzionare Eros nella coppia?
«L’amore perfetto e immobile è morte. L’amore, perché sia vivo, deve essere imperfetto, deve essere in movimento. Quando si vive l’amore si deve essere capaci di metterlo in crisi. Del resto la crisi è un’opportunità».
ANTONELLA FIORI @aflowerinlife

Articoli Correlati
Libri/Matteo Nucci

Sprofondare e rinascere in una Roma al collasso

Il libro di Matteo Nucci candidato allo Strega