Polemica Sala-Grillo sul corteo antirazzista

  • Milano

POLITICA Ieri sono tornate le file per le primarie del Pd e dai seggi, secondo i primi dati, esce vincitore Nicola Zingaretti. Una partecipazione imprevista, crescita rispetto a quella del 2017, come già era evidente alle 17, quando i votanti a Milano città erano stati 44.084 e 77.427 quelli dell’area metropolitana, contro i 63 mila complessivi di due anni fa. «È un ottimo risultato, finalmente si riparte», ha commentato l’ex sindaco Giuliano Pisapia. «Complimenti e buon lavoro a Nicola Zingaretti, nuovo segretario del Partito Democratico. Dopo la manifestazione di ieri, anche la giornata di oggi è stata un bellissimo esempio di democrazia e partecipazione. Un segnale forte che parte dalle persone», ha twittato Beppe Sala, reduce da una polemica con Beppe Grillo sulla manifestazione dei 250 mila. 
A dare fuoco alle polveri era stato Grillo che sul suo blog ha liquidato il corteo dicendo che il razzismo «è un falso problema. Chiunque abbia un minimo di buon senso non vede alcun razzismo, ma soltanto un crescente egoismo sociale». Immediata la risposta di Sala: «quando centinaia di migliaia di persone vanno in piazza per farsi ascoltare vanno rispettate. Mi spiace che tu, il fondatore della principale forza di Governo, liquidi questa realtà con sprezzo» ha detto, invitando Grillo a un confronto. Altrettanto immediata la risposta di Grillo: «Caro #Sala, lei ha ragione, prima di tutto il rispetto per le piazze. Le suggerisco una regola aurea: evitare di saltarci sopra per metterci il cappello».

Articoli Correlati

Bomba d'acqua Milano in tilt

Disagi su strade, metrò e ferrovia

Legato mani e pieditrovato morto clochard

Era in un parcheggio di Linate

San Carlo, educatricecolpita da meningite

La donna, 28 anni, era impegnata nel doposcuola alla primaria. L'Ats: nessun allarme, nessuna epidemia. Nel 2019 undici casi