People, il corteo-festa contro il razzismo

  • Milano

«Sarà una festa allargata e noi Sentinelli saremo molto trash: ogni tre canzoni, una non sarà un’icona gay, lo giuriamo alla Lega…». La mette sul ridere Luca Paladini, organizzatore della manifestazione “People – Prima le persone”, in programma sabato (partenza da Palestro alle 14, arrivo in piazza Duomo). Un appuntamento nato come milanese (per volontà dell’associazione I Sentinelli, attiva nella difesa dei diritti  LGTB), che si è trasformato in evento politico nazionale. Oltre 1000 le adesioni giunte alla marcia che denuncia la “politica della paura e la cultura della discriminazione”. Lotta alla disuguaglianza, allo sfruttamento, alla precarietà sono le parole d’ordine. Tra i tanti partecipanti attesi, anche il sindaco Giuseppe Sala che mercoledì ha postato un video nel quale spiega perché vi prenderà parte. 

Paladini, chi sarà in piazza? 
Arriveranno tante realtà che hanno colto l’esigenza di portare fuori dai social, nel mondo reale, la loro indignazione verso questo governo che attacca le minoranze. Ong, gay, malati, diventano facili capri espiatori. 

La cosa vi è un po’ esplosa in mano?
Negli ultimi 10 giorni è successo qualcosa, le adesioni sono esplose e arrivano da tutta Italia, infatti abbiamo dovuto cambiare il percorso del corteo, che finirà in Duomo. Come Sentinelli non era mai successo di avere una composizione così eterogena: dalle Acli al Terzo settore, dalle scuole agli antagonisti. Si figuri che una famiglia viene da Atene apposta!

L’adesione più inaspettata? 
Quella della Croce Rossa. 

People nasce al di fuori dei partiti di sinistra, abbastanza sintomatico, no?
Associazioni e movimenti sono oggi gli unici in grado di raccogliere il malumore e di rappresentarlo. Copriamo le mancanze dei partiti ormai percepiti come respingenti, che comunque ci saranno, ma non in testa al corteo (di ieri l’adesione di Leu, ndr).

Vi aspettavate l’endorsement di Sala? 
Non era così scontato, ma mi hanno colpito le parole che ha scelto nel video, molto sentite. 

Che tipo manifestazione sarà? 
Sarà una festa, i bambini apriranno il corteo e si ballerà al ritmo di “People have the power”. Noi Sentinelli, promettiamo di essere molto, molto, trash! ANDREA SPARACIARI

Articoli Correlati

Bomba d'acqua Milano in tilt

Disagi su strade, metrò e ferrovia

Legato mani e pieditrovato morto clochard

Era in un parcheggio di Linate

San Carlo, educatricecolpita da meningite

La donna, 28 anni, era impegnata nel doposcuola alla primaria. L'Ats: nessun allarme, nessuna epidemia. Nel 2019 undici casi