Arriva la Ecotassa Lega: "Dubbi, è punitiva"

  • Auto

Scattano da oggi l’ecotassa, l’imposta prevista dalla legge di Bilancio per disincentivare l’utilizzo delle auto più inquinanti, e l’ecobonus, l’incentivo per favorire l’acquisto di veicoli elettrici e ibridi. Il balzello dovrà essere pagato da tutti gli automobilisti che decideranno di acquistare, anche in leasing, automezzi destinati al trasporto di persone con al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente (categoria M1) e una soglia di emissione superiore a 160 grammi di Co2 per chilometro. Sono esonerati i veicoli a uso speciale, vale a dire quelli destinati a svolgere funzioni che richiedono un adattamento della carrozzeria o attrezzature speciali, inclusi quelli con accesso per le sedie a rotelle. Il pagamento dovrà essere effettuato una tantum al momento dell’acquisto e si sommerà al prezzo finale. 

Ecotassa. L’imposta sarà di 1.100 euro per l’acquisto di una nuova auto con emissione comprese tra 161 e 175 CO2 g/Km. Si passa a 1.600 euro per la fascia 176-200, a 2.000 euro tra 201 e 250 e a 2.500 euro oltre 250.
Il versamento dell'ecotassa dovrà essere effettuato dall’acquirente o da chi richiede l’immatricolazione tramite il modello F24 Elide, indicando il codice tributo 3500. 

Ecoincentivi. È fissato a 54.900 euro, Iva inclusa, il limite al di sotto del quale scatteranno gli eco-incentivi per l’acquisto di automobili poco inquinanti, ibride o elettriche. Per l’elettrico il contributo è di 6 mila euro (emissioni tra 0 e 20 Co2 g/km) se si rottama contemporaneamente un veicolo euro 0, 1, 2, 3, 4 e di 4 mila euro senza rottamazione. Per l’ibrido, emissioni tra 21 e 70, gli incentivi passano a 4 mila euro (con rottamazione) e 1.500 (senza). Fino a 3.000 euro di contributo sono previsti anche per l’acquisto di motorini elettrici o ibridi. A coloro che acquistano un veicolo elettrico o ibrido nuovo e che rottamano un veicolo di cui sono proprietari da almeno 12 mesi è riconosciuto un contributo pari al 30% del prezzo di acquisto fino a un massimo di 3.000 euro se si rottamano euro 0,1,2.

Lega contro ecotassa. Nel giorno dell'avvio della Ecotassa dalla Lega si ribadiscono i "fortissimi dubbi" sulla misura e si precisa che il "dossier non è chiuso". "Oggi dovrebbe partire l'ecotassa una misura sulla quale politicamente continuiamo ad avere fortissimi dubbi, perché la riteniamo punitiva ed ambientalmente non efficace", scrive il sottosegretario leghista all'Ambiente, Vannia Gava. "Pensiamo che l'unica strada efficace ed intelligente verso la decarbonizzazione sia favorire la sostituzione delle vecchie auto, incentivando la rottamazione dei veicoli fino ad euro 3 - prosegue -. Il dossier non è chiuso: dobbiamo continuare a lavorare con l'obiettivo di aiutare i cittadini a rinnovare il parco mezzi e nel frattempo realizzare nuove infrastrutture per rendere più organica l'azione di abbattimento delle emissioni". 

Articoli Correlati

Fusione Fca-RenaultParigi mette i paletti

Il governo italiano: «Obiettivo è garantire l’occupazione». Oggi la risposta del cda della casa francese

Un mostro tutto ibridofirmato Ferrari

Presentato il primo modello “eco” del Cavallino: su 1000 cavalli, 220 sono “elettrici”

Fiat e Renaultpronte alle nozze

Alleanza con scambio di azioni fra i due gruppi. Possibile coinvolgimento di Nissan e Mitsubishi